Serie A Unipolsai: alle 17 su Eurosport 2 Dolomiti Energia Trentino – A|X Armani Exchange Milano

Credit: Ciamillo & Castoria
Credit: Ciamillo & Castoria

Cinciarini a 6 punti da quota 3000 in Serie A

Dolomiti Energia Trentino – A|X Armani Exchange Milano (ore 17.00, Eurosport 2 e Eurosport Player)

Continuano le partite, si incontrano Trento e Milano. La prima per rifarsi da un periodo negativo per quanto riguarda il campionato. I lombardi per certificare ancora di più la prima posizione nella classifica della Serie A UnipolSai.

PRECEDENTI: 29 gli incroci tra Trento e Milano nelle ultime 7 stagioni, l’Olimpia conduce per 19 vittorie a 10. Più equilibrato il conto se si considerano solo le gare giocate a Trento, sette vittorie a cinque sempre in favore di Milano. Le due società si sono affrontate in 3 edizioni dei playoff consecutive, fino ad arrivare alla Finale Scudetto della stagione 2017/18 vinta da Milano in 6 gare. Per ritrovare una vittoria casalinga di Trento in regular season dobbiamo tornare alla stagione 2014/15: Dolomiti Energia Trentino-EA7 Emporio Armani Milano 80-73.

ALLENATORI: E’ la prima volta che Molin e Messina si incontrano da avversari in una gara di Serie A, ma Molin è stato assistente di Messina in 5 campionati di Serie A.

CURIOSITA’: Cinciarini a 6 punti da quota 3000 in Serie A. Forray a 1 tripla dalle 200 con Trento, secondo dietro a Gomes (211).

DICHIARAZIONI: le parole di Emanuele Molin prima della partita:

Non credo che ci sia la necessità di spiegare perché quella con Milano sia una partita molto difficile: come ho detto ai ragazzi però da qui alla fine della stagione dobbiamo farci trovare sempre pronti ed essere capaci di cogliere tutte le occasioni che si presenteranno. Lo abbiamo fatto mercoledì contro il Partizan, ora misurarci contro i migliori ci deve portare a giocare con più personalità: non è un concetto vuoto, dovremo essere bravi a costruire buoni tiri contro la difesa di Milano che come ha dimostrato più volte quest’anno è capace di stritolarti. Cura dei fondamentali e durezza mentale saranno imprescindibili.

Fonte: Lega Basket.

Commenta