Cuore e collettivo, il Derthona firma l’impresa contro la Virtus Bologna

Cuore e collettivo, il Derthona firma l’impresa contro la Virtus Bologna

Grandissima vittoria per la Bertram Tortona contro la Segafredo Bologna

Una grandissima prova collettiva del Derthona permette ai piemontesi di conquistare la prima vittoria interna della propria storia in Serie A. Una affermazione contro una avversaria non banale, i campioni d’Italia della Virtus Segafredo Bologna. Dopo un inizio difficile (8-16) la Bertram ha preso il controllo della gara raggiungendo anche i 15 punti di vantaggio. Il primo tempo ha evidenziato una enorme differenza, a livello di energie, tra le due avversarie. La reazione degli uomini di Scariolo nella ripresa non è stata sufficiente per evitare la seconda sconfitta consecutiva in campionato. Risultato finale 93-76.

PRIMO QUARTO

I campioni d’Italia della Virtus, reduci dalla vittoria in Eurocup contro ULM, si presentano con il quintetto composto da Harvey, Teodosic, Weems, Mannion e Jaiteh. La risposta dei piemontesi è con Mascolo, Wright, Daum, Cain e Macura. Inizio di gara con difese ancora negli spogliatoi. Conseguenza quattro canestri consecutivi  e punteggio fissato sul 4-5 ospite. Un  vantaggio che la Segafredo amplia ad otto punti (8-16) costringendo Ramondino alla prima sospensione. Un time out che genera un immediato break di 6-0 interno che riequilibra il punteggio in un quarto che si conclude 20-22.

SECONDO QUARTO

I primi punti di Macura permettono alla Bertram di riagganciare la parità a quota 23. Il giocatore, ex Cleveland Cavs, è il più ispirato in questo inizio di frazione. Una sua realizzazione pesante permette al Derthona di andare in vantaggio sul 30-29 generando il primo time out ospite. Una sospensione che non cambia, almeno nei primi minuti, l’inerzia della contesa con gli ospitanti che raggiungono il massimo vantaggio sul 46-32 a poco più di sessanta secondi dall’intervallo lungo. Colpisce, nell’ultimo canestro di JP Macura, l’enorme differenza di energia tra le due contendenti.

TERZO QUARTO

Il primo canestro della ripresa è una schiacciata di Jaiteh dopo una ottima azione difensiva della Virtus, completamente mancata, in questo fondamentale, nel primo tempo. Mascolo si prende le luci della ribalta, stoppata su Teodosic che genera una transizione chiusa da un canestro pesante di Daum. Kyle Weems prova a suonare la carica per i suoi, due triple consecutive e divario che ritorna in singola cifra (58-50). Un gioco da quattro punti di capitan Tavernelli respinge il rientro bolognese fissando il punteggio sul 66-56. Nonostante il break di 7-2 immediatamente successivo della Segafredo il tempo si chiude con Tortona avanti 73-65.

QUARTO QUARTO

Otto i punti di vantaggio con cui il Derthona si affaccia all’ultimo tempo, un divario non rassicurante quando gli avversari hanno in campo campioni come Teodosic e Weems. Porta la firma di due colonne della promozione, Tavernelli e e Mascolo, il nuovo vantaggio in doppia cifra dei locali (76-65). Scariolo prova con la zona ma nella prima azione la difesa è beffata da un tap in di Cannon. Chris Wright, su recupero di Filloy, riscrive il massimo vantaggio sul +19 a soli 4 minuti e mezzo dalla sirena (86-67). Una “bomba” che manda sorprendentemente in anticipo i titoli di coda sulla sfida. Il primo scalpo, interno, della Bertram è da ricordare.

Derthona Basket vs Virtus Segafredo Bologna: il tabellino

Commenta