Alla Virtus non basta un quarto, Bortolani e Ristic regalano a Brescia una vittoria meritata.

Foto Ciamillo-Castoria
Foto Ciamillo-Castoria

La Leonessa si impone 90-89 al fotofinish.

Continua la maledizione casalinga per la Virtus Bologna. Alla Segafredo Arena passa una Brescia volenterosa e motivata, guidata dall’incredibile prestazione di Bortolani (23 punti, suo career high)  e da un’ottima organizzazione di squadra. Le Vnere pagano un atteggiamento rivedibile: nel terzo quarto, unico momento della partita in cui la squadra di Djordjevic ha messo in campo tutte le sue potenzialità, è arrivato il massimo vantaggio, ma una serie di possessi sprecati e falli antisportivi gratuiti hanno consentito alla Leonessa di costruire la rimonta. Vittoria importante e meritata per i lombardi, che tornano a muovere la classifica e portano a casa qualche certezza in più.

PRIMO QUARTO

Belinelli sblocca la partita dopo un minuto e mezzo realizzando un 2/2 dalla lunetta. Il campione di San Giovanni in Persiceto parte molto aggressivo, tentando 3 tiri nelle prime azioni della Virtus. Moss risponde con un parziale di 4 punti personali, ma Markovic e Gamble mettono le basi per il primo tentativo di allungo delle VNere (9-4). Brescia reagisce con le giocate sotto canestro di Ristic, che realizza 6 punti consecutivi e porta nuovamente davanti la Leonessa (9-10). L’intensità di Bologna cala in attacco e in difesa e la tripla di Chery del +2 Brescia (13-11) convince Djordjevic a chiamare il primo timeout della partita e scuotere la squadra. Gli ospiti allungano, ma Teodosic, entrato solo dopo 9 minuti gioco, confeziona i primi assist della sua partita per i canestri di Hunter e Abass che portano la Virtus sul +1 di fine quarto (16-15).

SECONDO QUARTO

Bortolani segna 7 punti consecutivi e la successiva tripla di Chery regalano a Brescia il massimo vantaggio (25-18). Ai padroni di casa, però, bastano due azioni veloci per tornare sul -3 e Buscaglia, non soddisfatto, chiama time out. Bortolani dà continuità alla sua partita realizzando il canestro della doppia cifra personale e Kalinoski aumenta il gap con la bomba del +9 (31-22). Bologna continua a trovare pochi spazi in attacco, mentre la Leonessa realizza con continuità, raggiungendo il +10 (42-32) a due minuti dall’intervallo. La Segafredo riesce a rosicchiare due punti, fino al 48-40 di fine secondo quarto per gli ospiti. Grande primo tempo della squadra di Buscaglia, capace di sfruttare al meglio un approccio alla partita davvero rivedibile di Bologna.

TERZO QUARTO

Bologna rientra dagli spogliatoi con un’altra faccia, tornando in poco tempo a -1 (49-50) con le grandi giocate di Teodosic e i canestri di Belinelli. Buscaglia chiama time out per fermare la corsa dei padroni di casa che però sembrano essersi sbloccati definitivamente, tornando davanti con la schiacciata del +2 (54-52) di Gamble. Vitali forza inutilmente tiri da tre consentendo a Bologna di allungare grazie ai canestri del centro americano. Belinelli aumenta ulteriormente il parziale aperto dalla Segafredo fino al +11 (63-52). I padroni di casa sembrano aver messo le mani sulla partita in poco tempo e l’antisportivo fischiato a Gamble per aver spinto Crawford non compromette l’allungo. Brescia reagisce al termine del periodo, trovando con Vitali la bomba del -6 (69-63). Si chiude un ottimo quarto per la Virtus, capace di riprendere le redini della partita con un parziale di 29-15.

QUARTO QUARTO

Kalinoski diminuisce ulteriormente lo svantaggio con una tripla e Markovic, dopo una palla persa, commette un fallo antisportivo che dà alla Leonessa la possibilità di trovare il nuovo sorpasso. Gli ospiti non capitalizzano l’occasione, ma il parziale di 10-0 ha concesso loro di rientrare definitivamente in partita. Adams e Markovic tolgono la Virtus da una situazione complicata con i canestri del +6, ma Bortolani risponde con l’ennesima bomba della sua partita. Chery realizza il canestro del pareggio e Djordjevic chiama time out. Bortolani continua la sua partita scintillante rispondendo al break di Belinelli e tenendo Brescia a stretto contatto con i padroni di casa. Gli ospiti raggiungono addirittura il vantaggio a due minuti dalla sirena finale con il canestro dalla media di Ristic, autore di un’ottima prestazione. Teodosic risponde con una tripla centrale e un assist millimetrico che manda Belinelli ai liberi. Il giocatore italiano realissa dalla lunetta e porta bologna sul +3 (89-86). Ristic accorcia, Teodosic deraglia in un possesso chiave e nel ribaltamento di fronte Moss segna il canestro del +1 Brescia a 3 secondi dalla sirena finale. Bologna perde una partita che sembrava già vinta, mentre Brescia porta a casa due punti fondamentali per la classifica.

A DISPOSIZIONE

Virtus Segafredo Bologna

Tessitori 0, Deri ne, Belinelli 23, Alibegovic 7, Markovic 10, Ricci 4, Adams 2, Hunter 6, Weems 7, Teodosic 17, Gamble 10, Abass 3

Germani Brescia

Bertini ne, Vitali 7, Parrillo 1, Chery 14, Bortolani 23, Ristic 21, Crawford 5, Kalinoski 11, Moss 6, Sacchetti 2, Ancellotti 0

Commenta