Sergio Scariolo: Teodosic coinvolto al 100%, intorno a Mannion c’erano aspettative irreali

Sergio Scariolo: Teodosic coinvolto al 100%, intorno a Mannion c’erano aspettative irreali

Sergio Scariolo protagonista sul Corriere di Bologna: Le reazioni alle vittorie e alle sconfitte sono sproporzionate, soprattutto a novembre quando non si vince niente

Sergio Scariolo protagonista sul Corriere di Bologna in una lunga intervista. Ecco alcuni passaggi.

SU MILOS TEODOSIC

«Io conosco la storia di tutte le sue stagioni e nessuno può venirmi a dire che altre volte era al 100% della forma a ottobre. Guai se lo fosse. Non mi dispiace la sua competitività, che a volte non controlla. Tutti lo vorremmo sempre bello, bravo, infallibile, difensore, assist man, realizzatore e magari cinque anni più giovane. Mi piace molto l’evoluzione delle sue prestazioni, lo vedo a bordo al 100% e ne apprezzo lo sforzo serio per colmare le lacune difensive. Gliene rendo merito. Abbiamo a che fare con un atleta che ha capito l’opportunità di impegnarsi in difesa anche se significa giocare un minuto in meno per evitare affaticamenti eccessivi. Limitarne il logorio è un mio compito».

SU NICO MANNION

«Le sue attuali condizioni fisiche non lo rendono giudicabile. Credo che se qualcuno aveva sopravvalutato i tempi in cui Nico sarebbe potuto diventare un top player, aveva commesso un grave errore. Ho sessant’anni, so come vanno queste cose. C’erano attorno a Mannion aspettative irreali per un atleta che non aveva mai giocato inEuropa, in un ruolo così delicato. Questo ha generato grande stress. Nico ora deve avere equilibrio tra esigenza e pazienza, può diventare un giocatore eccellente ma chi pensava che venendo dalla Nba già lo fosse non ha idea di come funziona la pallacanestro».

SUL PENSIERO SPORTIVO IN ITALIA

«Ha una cultura sportiva ancora immatura. Le reazioni alle vittorie e alle sconfitte sono sproporzionate, soprattutto a novembre quando non si vince niente. Tanto più c’è emotività e risultatismo, tanto meno le squadre funzionano e hanno prospettive di crescita».

Commenta