Sergio Scariolo: Senza EuroLeague prese porte in faccia. Mercato? Play e centro capaci di difendere

Sergio Scariolo: Senza EuroLeague prese porte in faccia. Mercato? Play e centro capaci di difendere

Sergio Scariolo protagonista su La Gazzetta dello Sport: L’Eurocup ha scelto una formula stramba

Sergio Scariolo protagonista su La Gazzetta dello Sport. Il coach bresciano parla delle Olimpiadi in arrivo, di Italbasket, ma anche di Virtus Bologna.

SUL MERCATO

«Se aspettiamo la free agency Nba, rischiamo di andare oltre metà agosto. Per ora puntiamo su giocatori che siano immediatamente disponibili, ma c’è un problema che non immaginavo così profondo: il fatto che la Virtus non partecipi all’Eurolega sta creando forti limitazioni, abbiamo preso qualche porta in faccia. Del resto Riccici ha lasciato per andare a Milano e Melli ha scelto l’Olimpia, lasciando la Nba, perché fa l’Eurolega. Dobbiamo prenderne atto. Per avere più credito dovremo meritarci l’invito a sedere al tavolo buono dei grandi club che giocano il torneo più prestigioso».

SUI PROSSIMI OBIETTIVI

«La Virtus è una squadra offensiva: perciò cerchiamo un play capace di creare per gli altri ma che sappia difendere. Il pivot deve essere un lungo completo, anche lui forte dietro».

SU EUROCUP

«L’Eurocup ha scelto una formula stramba: nella prima fase passano quasi tutte poi ci sono ottavi, quarti e semifinali legati all’azzardo di una partita unica. L’aspetto del thrilling ha superato quello tecnico. Per questo stiamo valutando di ampliare il numero degli stranieri senza sfiduciare gli italiani. Faremo delle scelte strada facendo».

Commenta