Serge Ibaka: E’ triste. Se Ujiri non fosse ricco, se non avesse quel ruolo, nessuno gli crederebbe

Serge Ibaka, lungo dei Toronto Raptors, ha commentato la vicenda che ha coinvolto il presidente della franchigia Masai Ujiri: Grazie a Dio ora tutti possono vedere cosa è successo quel giorno

Serge Ibaka, lungo dei Toronto Raptors, ha commentato la vicenda che ha coinvolto il presidente della franchigia Masai Ujiri, e soprattutto il filmato che pone in diversa luce il confronto tra quest’ultimo e l’agente di sicurezza Strikland dopo la decisiva sfida delle scorse Finals con i Warriors.

«È un po ‘triste perché, onestamente, non credo che nessuno credesse a Masai quando ha detto che era innocente. Come persona nera nell’NBA, come uomo nero, è difficile. Come persona nera, tu contro un poliziotto bianco, in questo paese, è difficile. Nessuno ti crederà davvero».

«Le cose non dovrebbero mai essere così. Non importa da dove vieni, non importa il tuo colore, le cose non dovrebbero mai essere così. Se Masai non avesse quei soldi, o se Masai non fosse nella posizione in cui si trova adesso, sarebbe colpevole. Grazie a Dio ora tutti possono vedere cosa è successo quel giorno».

Fonte: theathletic.com.

Commenta