Scariolo: La testa non va alla prossima partita, ma al riconoscimento che devo fare a tutti

Scariolo: La testa non va alla prossima partita, ma al riconoscimento che devo fare a tutti

Le dichiarazioni del coach bianconero

Le dichiarazioni di coach Sergio Scariolo dopo il netto successo con Treviso e il primo posto matematico raggiunto nella regular season che non succedeva dalla stagione 2000/01.

“Seguendo i consigli arrivati in settimana, visto che il nostro general manager ci aveva suggerito di migliorare le percentuali da tre, direi che abbiamo eseguito alla lettera, forse anche meglio di quello che ci aspettassimo. Voglio solo aggiungere che per una volta non farò il tipico allenatore burbero, che dice ai suoi di stare concentrati sulla prossima partita, ma ho preso 30 secondi per congratularmi con la squadra e lo staff tecnico, perché è vero che essere primi in regular season non garantisce niente per i playoff, lo sappiamo tutti e io ho qualche anno di esperienza per non aver bisogno di sentirmelo ricordare. Il playoff premia un mese di lavoro che deve essere fatto bene, mentre questo risultato premia i precedenti 8 di lavoro serio della squadra con le grandi difficoltà e gli infortuni incontrati fino alla Coppa Italia, giocatori che entravano e uscivano e assetti da recuperare, dovevo congratularmi per il primo posto arrivato. Ci prendiamo un giorno di riposo, la testa per una volta non va subito alla prossima partita ma al riconoscimento che ribadisco devo fare a tutti quelli che hanno lavorato con impegno per questo risultato”.

Commenta