Scaligera Verona, protocolli e buone norme: i dettagli del meeting di inizio stagione

Scaligera Verona, protocolli e buone norme: i dettagli del meeting di inizio stagione

Una ripresa con la piena consapevolezza della situazione attuale, dei protocolli da seguire e delle buone norme per la vita fuori dalla palestra

Una ripresa con la piena consapevolezza della situazione attuale, dei protocolli da seguire e delle buone norme per la vita fuori dalla palestra. È la sintesi del meeting che ha caratterizzato il primo giorno della stagione 2020-21 della Tezenis Verona.

“Si è deciso di iniziare la nuova stagione in questo modo – ha commentato il General Manager, Alessandro Giuliani – ovvero con un momento tutti assieme per prendere consapevolezza dei protocolli e delle regole da seguire anche fuori dal campo. Ci sono, in questa prima fase, dei paletti ben precisi da rispettare che abbiamo presentato nel corso dell’incontro con il nostro staff medico. Ripartire in sicurezza è d’obbligo per tutti”.

Il primo momento ufficiale della stagione ha toccato una serie di punti importanti: dai potenziali danni e gli eventuali problemi legati al Covid – 19 fino ai protocolli che verranno adottati per garantire la sicurezza all’interno del palazzetto durante gli allenamenti e nelle altre aree comuni come gli spogliatoi, la sala pesi e la sala medica.

“Siamo tutti consapevoli – ha concluso il General Manager Giuliani – che il rischio zero di contagio non esiste. Però siamo convinti che tutti i nostri giocatori siano coscienti di quant’è importante seguire delle precauzioni per il loro e il nostro lavoro. Siamo ripartiti da questo gruppo di giocatori non solo per le qualità tecniche in campo, ma anche per quanto hanno dimostrato fuori dal rettangolo di gioco”.

Commenta