Rumors NBA

Scegli una data

Mavs: Cuban pronto a firmare Dwight Powell con un triennale

Mark Cuban ha detto che la franchigia estenderà per altri tre anni il contratto di Dwight Powell .
Powell ha disputato 71 gare segnando 10.6 pinti di media con 5.3 rimbalzi con i Dallas Mavericks .

Divac: L’esonero di Joerger e Williams mia decisione. Vogliamo un coach che giochi lo stile Kings

Vlade Divac, fresco di rinnovo sino al 2023 come GM dei Sacramento Kings , ha subito esonerato coach Dave Joerger e l’assistant GM Brandon Williams .

“L’ho deciso io” ha detto Divac. “Siamo in una buona posizione. La stagione si è chiusa ieri ma siamo fiduciosi di essere una squadra attrattiva ora” ha aggiunto il GM che ora si è subito lanciato alla caccia di un allenatore.

Divac vuole un allenatore in grado di giocare lo stile dei Kings, ossia il run-and-gun.

“Dobbiamo giocare a quella maniera” ha continuato Divac.

“Dopo aver valutato la stagione ho ritenuto che avevamo la necessità di muoverci in un’altra direzione per fare un ulteriore passo in avanti. A nome di tutta l’organizzazione, voglio ringraziare Dave per il suo contributo alla squadra e gli auguro il meglio”.

L’agente di Joerger, Warren LeGarie, ha detto che l’allenatore non si aspettava assolutamente l’esonero.

“Spero di poter migliorare la squadra non solo sul campo ma anche a livello manageriale” ha detto ancora Divac. “Non mi è piaciuto quello che è accaduto lo scorso dicembre.

Sul finire del 2018 Joerger e Williams hanno avuto delle discussioni sull’utilizzo di Marvin Bailey III, scelto all’ultimo draft, con la storia di un possibile esonero del coach che fu poi pubblicata da Yahoo Sports. Si è sempre pensato all’interno dei Kings che fosse lo stesso Williams a dare le notizie alla stampa.

Fonte: Sacramento Bee.

Salta la terza panchina del giorno, Cleveland e Larry Drew si separano

Secondo quanto riportato da Shams Charania i Cleveland Cavaliers e coach Larry Drew hanno deciso di comune accordo di non proseguire il loro rapporto di lavoro.
E`il terzo team NBA a cambiare allenatore oggi, dopo i Sacramento Kings e i Memphis Grizzlies .
Il primo pensiero che torna in mente è se questa sarà la volta buona per vedere Ettore Messina alla guida di un team NBA….

 


Grizzlies: CJ Miles eserciterà l’opzione presente nel suo contratto

Secondo Peter Edmiston di The Athletic, CJ Miles avrebbe deciso di esercitare l’opzione per la prossima stagione da circa 8.7 milioni di dollari presente nel suo contratto con i Memphis Grizzlies .


[pb-player id=”24299″]
In 13 partite con i Grizzlies Miles ha realizzato 9.3 punti di media tirando con il 40% dal campo ed il 36% da tre

Anche Memphis cambia coach, licenziato J.B. Bickerstaff

Secondo Adrian Wojnarowski anche i Memphis Grizzlies hanno deciso di ripartire con un nuovo ciclo, licenziando il coach J.B. Bickerstaff e cambiando ruolo al gm Chris Wallace, che ora si occuperà di scouting.

Jason Wexler sarà il Presidente, mentre Zach Kleiman sarà Executive VP of Basketball Operations.

 


Charlotte Hornets: Marvin Williams non ha intenzione di uscire dal contratto

Rick Bonnell ha rivelato su twitter che Marvin Williams ha dichiarato di non aver intenzione di uscire dal suo contratto, che chiamerà circa 15 milioni per la prossima stagione.
Williams ha chiuso la stagione con 10.1 punti e 5.4 rimbalzi a partita, tirando con il 42% dal campo, il 36% da tre ed il 76% ai liberi.


[pb-player id=”24268″]

I Phoenix Suns pronti ad investire in Free Agency

Secondo Duane Rankin, che cita fonti NBA , i Phoenix Suns sarebbero disposti ad investire sul mercato dei Free Agent ed a salire sopra il Cap. Attualmente Phoenix ha circa 61 milioni di contratti garantiti più gli oltre 28 totali tra l’opzione di Tyler Johnson (che eserciterà al 99%) ed il cap hold di Kelly Oubre , talentuoso swingman che ha destato una buona impressione nell’ultima parte della stagione giocata in Arizona.

Fonte: Duane Rankin.

Kezie Okpala si dichiara per il prossimo Draft NBA

Kezie Okpala, ala sophomore da Stanford, ha annunciato la sua intenzione di dichiararsi per il prossimo Draft NBA.
Okpala, per molti un prospetto da fine primo giro, nella sua seconda stagione a Stanford ha messo insieme medie di 16.9 punti, 5.7 rimbalzi e 2 assist, tirando il 46% dal campo, il 37% da tre ed il 67% ai liberi.
Si tratta di un’ala versatile con buona visione di gioco e una discreta varietà di soluzioni offensive.

Sacramento Kings: Walton, Williams e Messina tra i candidati per sostituire Joerger

Secondo Sam Amick, che conferma le intenzioni di Vlade Divac di licenziare Joerger, i Sacramento Kings hanno tre nomi sul taccuino per quanto riguarda il prossimo coach. Si tratta di Luke Walton, tuttora coach dei Lakers ma la cui posizione non appare saldissima, Monty Williams, assistente di Brown ai 76ers, ed Ettore Messina, assistente di Popovich a San Antonio.

 


Tony Parker: Resto a Charlotte solo per una squadra competitiva, non per il rebuilding

Tony Parker ha detto di non essere certo di rimanere agli Charlotte Hornets .

La point guard francese vuole giocare per una squadra capace di qualificarsi quanto meno ai playoff.

“Non voglio giocare per una squadra in rebuilding. Voglio giocare per una squadra che faccia per lo meno i playoff” ha detto TP che deciderà quasi certamente dopo Kemba Walker , anche lui free agent.

Parker ha detto che Charlotte vorrebbe confermarlo anche in vista della sfida che si disputerà a Parigi.

Kings, incontro Divac-Joerger: il GM pronto ad esonerare il coach

Nelle prossime ore è previsto un incontro tra Vlade Divac, GM dei Sacramento Kings , fresco di rinnovo, e coach Dave Joerger.
L’impressione è che Divac voglia esonerare l’allenatore che ha ancora un anno di contratto.
Joerger ha guidato Sacramento ad una stagione da 39 vittorie.

“La mia felicità viene prima dei soldi”: Kidd-Gilchrist indeciso sulla player option da $13 milioni

Michael Kidd-Gilchrist dovrà decidere se esercitare o meno la sua player option da $13 milioni per la prossima stagione.

Il giocatore degli Charlotte Hornets non ha ancora deciso cosa fare.

“La mia felicità viene prima dei soldi” ha detto MKG nella sua intervista di fine stagione.

Miami Heat: Goran Dragic incerto sull’opzione da $19.2 milioni

Goran Dragic non ha ancora deciso se esercitare o meno la player option da $19.2 milioni per la prossima stagione e rimanere ai Miami Heat .

Lo sloveno ci penserà nelle prossime settimane dopo essersi consultato con la famiglia e l’agente.

Dragic ha chiuso l’annata a 13.7 punti, 3.1 rimbalzi e 4.8 assist saltando 46 partite per un infortunio al ginocchio.

Fonte: Miami Herald.

Jaxson Hayes entra al draft con agente

Jaxson Hayes ha annunciato il suo addio a Texas per il draft NBA.

Hayes assumerà un agente ma potrà comunque decidere, nel caso, di tornare al college, togliendo il suo nome entro fine maggio.

Hayes ha segnato 10 punti di media con 5 rimbalzi e 2.2 stoppate tirando con il 72.8% dal campo, facendo un record per il college (il precedente fu di Dexter Pittman nel 2009-2010 con il 65.4% dal campo).

Fonte: Texas Sports.

Kings-Vlade Divac: accordo sino al 2023

C’è l’accordo tra i Sacramento Kings e Vlade Divac per il prolungamento del contratto.
Divac rimarrà ai Kings fino alla fine della stagione 2022-2023.
Divac è in carica dal 2015 ma non ha mai raggiunto i playoff con la franchigia.

Divac avrà anche l’ultima parola su coach Dave Joerger che ha ancora un anno di contratto a $5 milioni di dollari.

Fonte: The Athletic.

Warriors: Bob Myers potrebbe “tentennare” in caso di chiamata da parte dei Lakers?

Bob Myers è contentissimo del suo lavoro ai Golden State Warriors dove ha creato una dinastia ma in caso di chiamata dei Los Angeles Lakers potrebbe “tentennare”, secondo quanto riportato da The Athletic.

Myers è un alunno di UCLA, dove ha giocato a pallacanestro e dove ha aiutato il college a scegliere Mick Cronin come nuovo allenatore e per questo potrebbe essere molto interessato ad una proposta da parte dei Los Angeles Lakers .

Anche per soldi considerando che Magic Johnson ha preso 10 milioni di dollari annui ai Los Angeles Lakers .

Oltre la metà di quanto Myers prende ai Golden State Warriors, dove guadagna meno di coach Steve Kerr.

Fonte: The Athletic.

Kemba Walker non più così convinto di rimanere a Charlotte: Non lo so. Vedremo

Kemba Walker sarà uno dei free agent più ricercati dal prossimo 1 luglio.
Gli Charlotte Hornets , che hanno mancato l’accesso ai playoff, faranno di tutto per tenerlo ma il giocatore non è più così certo di rimanere nella franchigia che lo scelse al draft del 2011.

“Non ne sono sicuro ancora” ha detto Walker. “Non lo so. Avrò parecchio tempo per decidere. Io ed il mio agente ne parleremo. Ne parlerò anche con la mia famiglia quando sarà il momento giusto”.

Fonte: Charlotte Observer.

I Kings al lavoro per estendere il contratto di Vlade Divac

Secondo Marc Stein, i Sacramento Kings hanno intenzione di proporre a Vlade Divac l’estensione del suo contratto una volta chiusa la stagione.

I Kings non sono riusciti a tornare finalmente ai playoff, ma il nuovo corso del team è promettente, De’Aaron Fox è tra i favoriti per il titolo di Most Improved Player of the year e anche gli altri giovani hanno mostrato progressi evidenti.

Sempre Stein aggiunge che Sacramento dovrà valutare anche le posizioni di coach Joerger, che chiede un’estensione, e Brandon Williams, assistente GM che ha avuto problemi con Joerger durante la stagione.

 


Phoenix Suns: Jeff Bower sarà il nuovo Senior VP of basketball operations

Secondo Adrian Wojnarowski i Phoenix Suns hanno raggiunto un accordo con Jeff Bower, che sarà quindi il nuovo Senior VP of basketball operations.
In un recente articolo su Espn Wojnarowski aveva anticipato che il potere decisionale sarebbe comunque rimasto nelle mani di James Jones.


Keldon Johnson lascia Kentucky ed entra nel prossimo Draft NBA

Keldon Johnson ha annunciato di aver deciso di lasciare Kentucky e rendersi eleggibile per il prossimo Draft NBA.
Lo swingman ha spiegato che il suo obiettivo è di essere scelto tra le prime 14 chiamate.
Nella sua unica stagione a Kentucky Johnson ha viaggiato con medie di 13.5 punti e 5.9 rimbalzi, tirando il 50% da due, il 38% da tre ed il 70% ai liberi.

Brooklyn firmerà Theo Pinson con un contratto standard fino al termine della stagione

Secondo Adrian Wojnarowski, i Brooklyn Nets hanno deciso di firmare The Pinson con un contratto standard fino al termine della stagione.
Pinson ha giocato 17 partite con i Nets, con medie di 4.5 punti e 1.9 rimbalzi


[pb-player id=”16236″]
The former UNC swingman played 17 games with averages of 4.5 points and 1.9 rebounds

Luguentz Dort si dichiara per il Draft NBA

Luguentz Dort ha annunciato la sua scelta di lasciare Arizona State e dichiararsi per il Draft NBA.
Dort, che è previsto verso fine primo giro da diversi siti nonostante un finale di stagione piuttosto anonimo, in 34 partite con i Sun Devils ha fatto registrare medie di 16.1 punti, 4.3 rimbalzi, 2.3 assist e 1.5 rubate, tirando il 40% dal campo ed il 70% ai liberi.
Si tratta di una guardia molto dotata dal punto di vista fisico, che probabilmente avrà bisogno di almeno un paio di stagioni prima di poter essere utile in una rotazione NBA.

RJ Barrett annuncia il suo ingresso al draft

RJ Barrett ha annunciato il suo ingresso al prossimo draft.

Barrett lascia Duke dopo una stagione e dovrebbe essere una delle primissime scelte del prossimo draft NBA.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

I want to thank God, my family, my coaches and everyone that has helped me reach this decision🙏🏾

Un post condiviso da Rj Barrett (@rjbarrett) in data:

Wizards: John Wall non sa se tornerà in campo il prossimo anno

John Wall ancora non sa se potrà tornare in campo nel corso della prossima stagione.

“Non lo so. Ma è il mio obiettivo e sto lavorando per questo” ha detto il giocatore degli Washington Wizards fuori per la rottura del tendine d’Achille.

Washington potrebbe scegliere una point guard al prossimo draft, una cosa che non darebbe fastidio a Wall.

“La franchigia deve fare il meglio per la squadra. E poi quando tornerò, la point guard sarà una mia ottima riserva” ha aggiunto con un sorriso.

 

INFORTUNI NBA

Fonte: ESPN.

Timberwolves: a fine stagione inizierà la caccia ad un presidente

Con un post su Twitter, i Minnesota Timberwolves hanno annunciato che la ricerca del nuovo presidente inizierà al termine della regular season.

“Dobbiamo trovare un leader che possa costruire un team di successo nella attuale NBA” ha detto il proprietario Glen Taylor.

Il nuovo presidente prenderà il posto lasciato vacante da Tom Thibodeu che ricopriva anche il ruolo di head coach.

Minnesota Timberwolves, conferme in arrivo per Layden e Saunders

Si sceglie la via della continuità in casa Minnesota Timberwolves.

Per Ryan Saunders sarebbe in arrivo un contratto pluriennale, un 2+1 con opzione di rinnovo per il club, l’annuncio potrebbe arrivare in settimana.

Ryan Saunders è il più giovane coach della Lega con i suoi 32 anni. Determinante il buon rapporto con Karl-Anthony Towns .

Los Angeles Lakers, Magic voleva il licenziamento di Walton. E adesso?

Dopo le dimissioni di Magic Johnson, resta aperta la questione Luke Walton in casa Los Angeles Lakers .

Il coach dei gialloviola ha ancora un anno di contratto, ma solo la prossima stagione sarebbe garantita. Magic Johnson avrebbe voluto il licenziamento, ma ora tutto torna in discussione.

Dirk Nowitzki annuncia il ritiro: Questa è la mia ultima gara a Dallas

La leggenda Dirk Nowitzki ha annunciato il suo addio al basket: «Come potete immaginare, questa è la mia ultima gara a Dallas» le sue parole al centro del campo.

Si chiude una carriera incredibile: 21 stagioni NBA, 14 volte All-Star, il classe 1978 di Wurzburg è stato mvp nella stagione 2007, quattro volte primo quintetto NBA, quattro volte secondo e tre volte terzo.

Indimenticabile la stagione 2011, con il titolo Nba e il premio di mvp delle finali. E’ il giocatore con più presenze nella storia dei Dallas Mavericks, e il miglior marcatore straniero Nba. Nessuno ha militato per più stagioni di lui con la stessa maglia: 21.

Clamoroso a Los Angeles: Magic Johnson ha rassegnato le dimissioni da presidente

Clamoroso a Los Angeles. Magic Johnson ha rassegnato le dimissioni da presidente dei Lakers . La notizia è stata data dallo stesso ex numero 32 nella notte.

«E’ una decisione difficile, ho pianto prima di venire qui» le sue parole ai giornalisti. «Sto per commuovermi. E’ difficile quando ami un’organizzazione come io amo questo organizzazione, è difficile quando ami una persona come io amo Jeanie Buss».

Alla base di tutto ci sarebbero divergenze con la proprietà in merito alla posizione di Luke Walton. Magic Johnson non avrebbe comunicato a nessuno la sua decisione prima di rivelarlo alla stampa.

La franchigia non ha potuto che prendere atto della decisione di Magic Johnson, pubblicando un comunicato a fine primo tempo della gara con Portland, definendolo: «il più grande Laker» e ribandendo come sia parte della famiglia.

E’ quindi arrivato anche il messaggio di Jeanie Buss.

Nuovi approfondimenti su Sportando in giornata.

Clippers: reclamato il contratto di Rodney McGruder

I Los Angeles Clippers hanno reclamato il contratto di Rodney McGruder, il quale era stato tagliato dai Miami Heat.

McGruder non potrà giocare i playoffs con i Clippers. Si tratta quindi di una mossa fatta in ottica futura, con i Clippers che ora avranno i diritti bird sul giocatore non appena diventerà free agent questa estate. I Clippers possono estendere una qualifying offer da $3 milioni.

Fonte: Adrian Wojnarowski.

Retroscena: i Lakers stavano per prendere Jabari Parker dai Bulls

Bill Oram riporta un retroscena sul mercato dei Los Angeles Lakers in vista della scorsa trade deadline. In particolare, il giornalista di The Athletic ha rivelato che i Lakers erano vicini a chiudere un accordo con i Chicago Bulls per ottenere Jabari Parker in cambio di Kentavious Caldwell-Pope e Michael Beasley.

L’affare non è andato in porto poiché il contratto di Caldwell-Pope gli dava il diritto di accettare o rifiutare qualsiasi trade. In questo caso la trade non ha ricevuto l’approvazione di KCP. Ciò è accaduto pochi giorni prima che Anthony Davis chiedesse pubblicamente (tramite l’agente Rich Paul) di essere ceduto.

Le tempistiche della mancata trade con i Bulls e l’inizio della “telenovela Anthony Davis” suggeriscono che probabilmente Caldwell-Pope, cliente di Rich Paul, non abbia approvato la trade in modo da essere coinvolto eventualmente come pedina di scambio per portare Davis (altro cliente di Paul) a Los Angeles.

Fonte: The Athletic.