L’Olimpia Milano non sbaglia la prova di maturità a Berlino. Datome e Punter schiantano l’Alba

L’Olimpia Milano non sbaglia la prova di maturità a Berlino. Datome e Punter schiantano l’Alba

70-84 il finale, senza Vlado Micov e Shavon Shields. Non male per Ettore Messina

L’Olimpia Milano non manca l’appuntamento di Berlino. La squadra di Ettore Messina, concesso un avvio lento sino al -9, prende il comando delle operazioni e contro l’Alba conquista la terza vittoria in fila. Gigi Datome nel primo tempo riprende il filo del discorso con Valencia, nella ripresa LeDay e Punter gestiscono il vantaggio.

70-84 il finale, senza Vlado Micov e Shavon Shields. Non male per Ettore Messina.

PRIMO QUARTO

18-13 dopo 10’ con Olimpia che tocca anche il -9 dopo due triple di Siva per il 18-9. 7 di Ben Lammers, 3 e 3/6 dall’arco per i tedeschi. Olimpia con 5 palle perse, 1/5 dall’arco e 3 di Delaney e Hines.

SECONDO QUARTO

Olimpia Milano che piazza un parziale di 13-2 e prende il comando delle operazioni. Gigi Datome sale subito a 11 punti con 3/4 dall’arco, in clamorosa assonanza con la gara del Forum contro Valencia, e le giocate di Punter valgono anche il 32-42 di massimo vantaggio. 34-42 a fine primo tempo, 11 di Lammers con 3 rimbalzi, 7+3 di un Hines che ha cambiato la difesa di Milano.

TERZO QUARTO

50-60 dopo 6’ di gioco. Un avvio di terzo quarto esplosivo, con le triple di Granger e i tiri dalla distanza di Lammers (troppo spazio concesso dalla difesa di Milano), e le bombe di LeDay e Punter dall’altra. Olimpia sempre avanti, anche +12 a 6.51 dopo la seconda tripla di KP, 56-64 dopo 30’. 14 di Granger, 14 di Punter.

QUARTO QUARTO

Olimpia che parte con le triple di Brooks e Moraschini per toccare il +12, ma l’Alba cerca di restare attaccata ad un match dove al 50% da 3 degli ospiti risponde con un ottimo 40%, anche con 8 rimbalzi in meno. A 4.12 Roll premia il quinto assist di Hines con il +13 (62-75). A 1.51 una tripla di Datome, la quarta della sua garta, dice 66-82 e chiude il match.

Commenta