Rossella Civitanova, parla capitan Amoroso: Solo impressioni positive sino ad ora

Rossella Civitanova, parla capitan Amoroso: Solo impressioni positive sino ad ora

Si avvicina il giro di boa della prima settimana completa di lavoro per la Rossella Civitanova

Si avvicina il giro di boa della prima settimana completa di lavoro per la Rossella Civitanova. I ragazzi di coach Mazzalupi crescono di condizione e affinano la conoscenza sia in campo che fuori, mostrando subito buona attitudine, che è la cosa più importante in questa fase. A fare il punto della situazione in casa biancoblu è capitan Francesco Amoroso.

«Ovviamente per ora possiamo valutare più che altro il livello caratteriale dei ragazzi e ho trovato tante persone tranquille ma motivate – ammette il capitano virtussino, che si prepara alla sesta stagione consecutiva a Civitanova – di basket abbiamo fatto ancora molto poco e la crescita dei carichi sarà comunque molto lenta anche questa settimana, visto che il campionato inizia solo fra due mesi e siamo molto in anticipo sui tempi. Ad ogni modo ho trovato solo impressioni positive fino ad ora».

Il campionato è lontano, ma il calendario è già pronto e l’inizio si annuncia tostissimo per la Rossella. «Sicuramente, ma è tutto il campionato ad esserlo – precisa Amoroso – l’importante sarà dare tutto partita dopo partita, al di là della vittoria o della sconfitta. Se giocheremo bene e perderemo non dico che saremo contenti, ma quando sai che hai dato tutto in campo puoi uscirne a testa alta. Il nostro obiettivo deve essere quello di migliorare passo dopo passo e di far divertire il pubblico che si riuscirà ad avere al palazzetto».

Quest’anno poi c’è lo stimolo in più per “Ciccio” della sfida con il fratello Valerio, prima in Supercoppa (domenica 18 ottobre a Roseto) e poi in campionato (domenica 29 novembre di nuovo al PalaMaggetti, domenica 21 febbraio al PalaRisorgimento). «Credo che sia addirittura la prima volta in assoluto che giocheremo contro in una partita ufficiale – rammenta Amoroso – abbiamo giocato contro diverse volte in amichevole quando lui era a Montegranaro e io qui, ma a memoria non mi pare ci siano state altre sfide in gare con i due punti in palio. Fa uno strano effetto già pensarci ora».

Quest’anno il ruolo di Amoroso sarà anche quello di “chioccia” di uno dei lunghi più promettenti del campionato, Marco Lusvarghi, con il quale si dividerà i punti nel ruolo di centro. «Far crescere Marco è uno degli obiettivi che mi sono posto in questa stagione – finisce Ciccio – per ora posso dire che è un ragazzo molto disponibile, che ha voglia di lavorare e di apprendere, per cui credo che andremo alla grande insieme».

Fonte: Ufficio Stampa Virtus Basket Civitanova Marche.

Commenta