Michele Roberts difende le squadre: Se la gente non può fare i test è colpa del governo

Le parole del direttore esecutivo della NBPA: Non bisogna vergognarsi di avere il coronavirus. Probabilmente anche io potrei essere positiva. Molti di noi lo sono.

Michele Roberts, direttore esecutivo della NBPA, ha appoggiato la scelta di otto squadre di fare il tampone per il coronavirus.

“Non hanno fatto nulla di irresponsabile nel fare i test” ha detto la Roberts. “Il problema che tanti di noi non possano fare dei test è per colpa del governo federale. Loro erano responsabili della nostra sicurezza ed hanno fallito” ha aggiunto Roberts. “Ma non è il momento di litigare per questo argomento. Quando tutto sarà finito e lo avremo superato vedremo come risolvere questo problema” ha continuato Roberts. “La gente non dovrebbe attendere per un test. Le persone a rischio dovrebbero farli. Ma dio santo, se il governo avesse fatto quello che avrebbe dovuto fare non saremmo in competizione per fare un test”.

“Non bisogna vergognarsi di avere il coronavirus. Probabilmente anche io potrei essere positiva. Molti di noi lo sono. Ho sentito che potrebbe averlo il 50% della popolazione. E non dobbiamo preoccuparci se siamo positivi e di farlo sapere. Dobbiamo preoccuparci di come contento ere iil virus. Il mio messaggio ai giocatori è “Non siate imbarazzati. Non c’è niente di cui vergognarsi. Non significa aver fatto qualcosa di male. Ma se siete positivi, siate cauti nelle interazioni sociali.”

Fonte: NBPA.

Commenta