Reyer Venezia, ufficiale il rinnovo di Bruno Cerella

Reyer Venezia, ufficiale il rinnovo di Bruno Cerella

Cerella farà parte del roster della stagione 2020-21

L’Umana Reyer Venezia è lieta di ufficializzare il rinnovo di Bruno Cerella che farà parte del roster della prima squadra maschile anche per la stagione 2020/21.
La guardia/ala di Bahia Blanca vestirà orogranata per la quarta stagione consecutiva e con l’Umana Reyer ha collezionato 135 presenze in tre stagioni, contribuendo alla vittoria di tre titoli: FIBA Europe Cup, scudetto e Coppa Italia. In carriera Cerella ha vinto altri due scudetti, due Coppe Italia e una Supercoppa Italiana.
Uomo spogliatoio, grande agonista e difensore, è uno degli idoli della tifoseria reyerina anche per la sua disponibilità e sensibilità al di fuori del campo.

“Sono contento di continuare questo percorso insieme a una società con mentalità vincente e a un gruppo di lavoro spettacolare – le parole di Bruno Cerella – Mi fa molto piacere che il Club punti sulla continuità e sulla conferma di tanti miei compagni con cui ho già condiviso tanto e soprattutto vinto. Questo aspetto è molto importante per me e ha inciso nella mia volontà di rinnovare con l’Umana Reyer che ringrazio per la fiducia e la stima che ha nei miei confronti.
Mi auguro di poter divertirci con i tifosi e che i Palasport possano essere presto pieni perché il basket si gioca per la gente. Mi fa molto piacere aver creato a Venezia legami di amicizia che vanno oltre al rapporto atleta/tifoso, sono pilastri importanti della mia vita emotiva personale. Aver creato legami con molte persone a Venezia, come è successo anche nelle altre squadre in cui ho giocato, mi rende felice perché le amicizie e gli affetti sono un valore aggiunto che ti aiuta a vivere meglio il percorso e ti fanno rendere meglio in campo. Per me è una cosa molto importante e voglio cogliere l’occasione per ringraziare tutti i veneziani che mi hanno aperto il loro cuore e che sostengono la mia associazione “Slums Dunk”. Ci vediamo presto!”.

Fonte: Ufficio Stampa Reyer Venezia.

Commenta