Reyer Venezia, infermeria piena. Casarin torna negativo

Reyer Venezia, infermeria piena. Casarin torna negativo

Difficile capire come potrà giocare a Milano con l'Olimpia la squadra di De Raffaele.

Non è ancora ufficiale ma il big match del Forum, valevole per il nono turno di campionato, tra Olimpia Milano e Reyer Venezia probabilmente si giocherà. C’è da capire come possa la squadra di Walter De Raffaele in qualche modo scendere sul parquet milanese viste le tantissime defezioni. Fuori ancora Mitchell Watt e Valerio Mazzola -il primo sta svolgendo un lavoro differenziato per via del problema alla schiena, il secondo è ancora ai box per lo stiramento all’adduttore- ai due lunghi lagunari va aggiunta una lista di cinque giocatori ancora in isolamento fiduciario. In questo contesto Davide Casarin è risultato negativo ai tamponi eseguiti e una volta superata l’idoneità fisica alle attività sportive, nella mattinata di venerdì, si aggregherà alla prima squadra e potrà tornare in gruppo. Va detto che la Reyer non si è allenata nel complesso per una settimana ed ha svolto solo 4 allenamenti individuali e di preparazione atletica, quei pochi giocatori rimasti non hanno mai potuto svolgere, ovviamente per il numero ridotto di atleti, dei cinque contro cinque e i classici allenamenti che ogni squadra svolge normalmente. Milano contro Venezia non è una sfida come le altre, sono i due club italiani che hanno vinto gli ultimi quattro scudetti, ricordando che l’ultimo non è stato assegnato. In sostanza l’Umana avrà a disposizione solo cinque giocatori con l’aggiunta di Casarin, Possamai e il giovane Biancotto. Far giocare per 40 minuti sempre gli stessi giocatori potrebbe essere un rischio troppo grosso per eventuali infortuni, anche se a termine di regolamento la compagine veneta può giocare, ma il buon senso -anche per lo spettacolo (diretta rai sport 20:45 forse) che inevitabilmente non ci sarà- direbbe di rinviare questa sfida tanto importante e di grande livello.

Ecco il comunicato dell’Umana Reyer Venezia in riferimento alla situazione dei giocatori:

L’Umana Reyer comunica che Davide Casarin è risultato negativo al test molecolare effettuato come da protocollo al termine del periodo di isolamento previsto. Prima di potersi aggregare alla squadra Davide dovrà sottoporsi alle visite mediche per l’idoneità agonistica che saranno effettuate venerdì 20 novembre presso la Casa di Cura Giovanni XXIII di Monastier di Treviso.

Stefano Tonut è risultato ancora positivo al test mentre gli altri atleti continuano nel proprio isolamento fiduciario secondo protocollo.
Di ritorno dalla trasferta di Roma il team ha vissuto una settimana di totale sospensione di allenamenti, per l’evolversi del cluster del gruppo squadra. Solo da domenica 15 novembre il gruppo orogranata ha ripreso il lavoro in palestra con sedute individuali, tecniche ed atletiche, testando le mascherine ad uso sportivo.
Al netto di Mitchell Watt, ancora in ripresa dall’infortunio nella zona lombare, e Valerio Mazzola, che sta lavorando con sedute fisioterapiche per recuperare lo stiramento all’adduttore, il gruppo orogranata non ha potuto effettuare alcuna seduta di pallacanestro cinque contro cinque.
Attualmente, in vista della partita di domenica con Milano, risultano dunque a disposizione sette giocatori, compresi il rientrante Davide Casarin e Luca Possamai che ha debuttato in Serie A proprio nel week-end a Roma.

 

Commenta