Punter, Shields e LeDay | L’anima dei successi di Istanbul

Punter, Shields e LeDay | L’anima dei successi di Istanbul

La partita di Istanbul contro l’Efes è stata la 21° consecutiva a livello di EuroLeague in cui Kevin Punter ha segnato almeno una tripla

La partita di Istanbul contro l’Efes è stata la 21° consecutiva a livello di EuroLeague in cui Kevin Punter ha segnato almeno una tripla. In realtà ha fatto molto di più, ne ha centrate quattro su quattro e guidato la squadra con 18 punti. Ma si è conquistato la vetrina della gara con la difesa soprattutto nelle battute finali, incluso l’ultimo possesso dell’Efes quando ha costretto il grande artefice della rimonta, Vasilje Micic, ad un tiro da tre molto difficile. “Nei primi cinque minuti del terzo quarto abbiamo un po’ perso il controllo della partita. Abbiamo dovuto riprenderci, fare quadrato, giocare più duro di quanto stavamo facendo, tornare al piano partita che stavamo eseguendo”, ha detto alla fine. Punter sta segnando 14.4 punti di media, non ha giocato le prime cinque partite di questa EuroLeague per un infortunio, ha una serie di 16 delle ultime 17 gare in doppia cifra, otto su nove in questa stagione e sta tirando con il 47.4% da tre. “Vincere due volte in trasferta è stato stancante, ma soddisfacente. Siamo stati mentalmente più forti. Nel finale Chacho Rodriguez ci ha dato energia, ha segnato un paio di canestri, li abbiamo fermati un paio di volte in difesa e finito il lavoro”, ha aggiunto Punter.

“Abbiamo perso un paio di partite in casa, un paio di volte non abbiamo completato il lavoro, era importante imparare dai nostri errori e vincere in trasferta, come abbiamo fatto a Istanbul due volte con la nostra difesa. Nel terzo quarto abbiamo sbagliato approccio, ci siamo lasciati aggredire, loro cambiavano molto e siamo andati fuori ritmo in attacco. Ma ci siamo ritrovati in tempo e nel quarto periodo abbiamo completato il lavoro”, ha detto Shavon Shields, che finora è stato il giocatore più impiegato dall’Olimpia, 10 gare su 14 in doppia cifra, ma in una di quelle in cui è rimasto al di sotto – a Monaco – ha segnato la tripla della vittoria. Shields non è uno specialista del tiro come Punter, na sta tirando oltre il 51% da tre. Da segnalare che in 14 partite ha già superato il suo record stagionale di palle rubate. Erano state 19 a Vitoria due anni fa, ne ha recuperate 20 in queste 14 uscite.

L’Olimpia dopo la doppia trasferta di Istanbul è 9-5 in totale, contro il 7-7 di un anno fa dopo 14 partite, e ha vinto cinque volte in trasferta contro le tre di un anno fa nell’arco di 18 giornate di stagione regolare. Nei cinque doppi turni disputati, per calendario o per recuperare gare saltate, è 6-4, 3-2 in casa e 3-2 fuori; 3-2 nella prima partita e 3-2 nella seconda.

Punter e Shields sono insieme a Zach LeDay i tre 26enni americani che stanno dando una grande mano all’Olimpia. LeDay ha segnato 12 triple in tutta la stagione scorsa, ma sono già 13 in questa e ha 22/24 dalla lunetta, il 91%, meglio di quanto abbia mai fatto in carriera. Contro l’Efes, LeDay aveva sacrificato il suo corpo per prendere uno sfondamento spettacolare da Dunston, poi cancellato dall’instant-replay (era nel semicerchio in cui è sempre il difensore il responsabile del contatto) che però non ha cambiato lo spirito della giocata difensivamente eccezionale.

Commenta