Porter: Nel secondo tempo non ho toccato un pallone. In attacco serve coinvolgere più giocatori

Porter: Nel secondo tempo non ho toccato un pallone. In attacco serve coinvolgere più giocatori

Porter si è lamentato dell'attacco dei Nuggets in Gara 4

Michael Porter si è lamentato al termine di Gara 4 contro i Los Angeles Clippers.
Il rookie ha segnato 15 punti nel primo tempo tirando con 5 su 6 dal campo ed ha chiuso con 15 puntino 5 su 8 dal campo.

Alla domanda su cosa sia successo nel secondo tempo, Porter ha detto di non aver più toccato un pallone.

“Non ho toccato palla. I Clippers non hanno fatto nulla di diverso” ha detto Porter.

Secondo Second Spectrum, Porter ha toccato 25 palloni nel primo tempo (terzo dietro Jokic e Murray) e solo 12 nel secondo tempo (settimo di squadra).

“Dipende da chi chiama i giochi, dai coach e da chi vogliono che abbia la palla in mano” ha continuato. Porter. “Abbiamo continuato con Jokic e Murray, che sono due grandissimi giocatori, ma credo che per vincere contro i Clippers più persone debbano essere coinvolte. Dobbiamo muovere la palla leggermente meglio. Non possiamo essere prevedibili” ha continuato. “Se gioco tanti minuti ritengo di dover dire certe cose. Parlerò con gli allenatori e gli dirò quello che ho percepito in campo. Sanno quello che stanno facendo. Dobbiamo muovere la palla. Abbiamo tanti giocatori bravi che sanno segnare, quindi dobbiamo coinvolgerli di più”.

Fonte: ESPN.

Commenta