Pistons e Knicks su Jalen Brunson, il padre Rick parla chiaro: Nessuno sconto ai Mavs

Brunson nei playoffs viaggia con ben 29.8 punti (48% FG, 40% 3P, 85% FT), 5.3 rimbalzi e 4.8 assist a partita.

Jalen Brunson è il quinto miglior realizzatore della lega nei playoffs con ben 29.8 punti a partita.

Il prodotto di Villanova non poteva scegliere momento migliore per mettersi in mostra, dato che nella prossima offseason sarà uno dei Free Agent più ambiti.

Secondo Espn ci sarebbero anche Pistons e Knicks tra le franchigie interessate al giocatore, che però dal canto suo non ha nessuna intenzione di affrontare l’argomento con i media durante i playoff.

“Giuro che non ci sto pensando…Con mio padre ci scherziamo, ma la mia famiglia sa che non voglio parlarne fino al termine della stagione. Parlarne ora non mi aiuterebbe in nessun modo”.

Chi non ha problemi a dire la sua sull’argomento è il padre Rick, che non ha mai avuto il lusso di un contratto garantito nelle sue 9 annate in NBA.

“Dobbiamo capire se Dallas vuole confermarlo o meno. Non servono le parole…Nessuno sconto (Brunson guadagna meno di 2 milioni di dollari quest’anno), non dipenderà da noi. Non serve dire che lo adorano (e vogliono confermarlo), devono dimostrarlo con i fatti”.

I Mavs dalla scorsa estate avrebbero potuto offrire al playmaker un’estensione quadriennale per un massimo di 55 milioni, ma hanno scelto di non farlo per conservare flessibilità e non precludersi la possibilità di cederlo prima della deadline.

L’offerta è arrivata solo il 10 febbraio, dopo l’estensione per la stessa cifra di Dorian Finney-Smith, ma a quel punto il giocatore ha deciso di rifiutare, confortato dal suo buon rendimento dall’arrivo di Kidd in panchina.

Secondo delle fonti NBA interpellate da Espn, Brunson potrebbe ricevere offerte da 20 a 25 milioni a stagione.

Commenta