Pietro Aradori ad una festa con almeno altre 16 persone a Pasqua: e le regole della zona rossa?

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Aradori ad una festa a Pasqua con almeno altre 16 persone, tutte senza mascherina

Già finito nell’occhio del ciclone qualche giorno fa per aver condiviso sul suo Facebook personale un post del noto negazionista Cesare Sacchetti, salvo poi scusarsi ed accusare la stampa di aver travisato, nonostante nei commenti, prima di cancellare il post, avesse scritto “Ovviamente non sono parole mie. Non sarei riuscito a buttar giù così bene il mio pensiero. Ma è esattamente ciò che penso”, l’ex capitano della nazionale Pietro Aradori, stando ad una foto postata da Federico Nanni, era al Vistamare Suite&Spa il giorno di Pasqua insieme ad almeno altre 16 persone.

Insieme ad Aradori, come si vede dalla foto, ci sono ben 16 persone oltre ad una 17esima che fa lo scatto che si vede riflessa nello specchio. Il post è stato cancellato ma non è sfuggito agli occhi attenti della rete.

 

Tutte senza mascherina.

La giustificazione dell’autore del post a cui hanno fatto notare la cose è “al vistamare fanno il tampone prima di entrare” (proprio nelle ultime ore Repubblica ha pubblicato un articolo dal titolo “Così il coronavirus vola anche sugli aerei Covid free: mille passeggeri positivi trovati in Canada nonostante il tampone alla partenza”).

Le regole della zona rossa a Pasqua erano chiare e note a tutti (da La Repubblica):

### Visite ad amici e parenti
E’ possibile fare visita a parenti e amici ma nel rispetto del coprifuoco. Le persone devono essere al massimo due e possono comunque portare con se’ i figli minori di 14 anni o persone con disabilita’ conviventi. Gli spostamenti verso altre abitazioni private sono possibili solo una volta al giorno. Non e’ possibile pranzare al ristorante. E’ invece consentito l’asporto e la consegna a domicilio per i ristoranti fino alle ore 22. Chi e’ in albergo puo’ pranzare e cenare senza limiti di orario, ma solo se vi alloggia.

Commenta