Piacenza parte forte e non si volta più indietro, rimonta spenta ed Urania battuta 87-76

Piacenza parte forte e non si volta più indietro, rimonta spenta ed Urania battuta 87-76

L'Assigeco con la quinta vittoria in fila, espugnato l'Allianz Cloud con doppia-doppia per McDuffie

Continua l’ottimo periodo di forma per l’Assigeco Piacenza, quinto successo consecutivo costruito sin dai primi possessi, con la quasi immediata doppia cifra di vantaggio già nel primo quarto del match. Sterili i tentativi di riavvicinamento dei padroni di casa, rientrati faticosamente in scia poco prima dell’intervallo, per merito di Langston, ma ricacciati indietro dalla prestazione di McDuffie (23+15 e 42 di valutazione), leader nel decisivo terzo periodo che ha definitivamente indirizzato la sfida in favore degli ospiti.

Ottimo avvio per Piacenza, 9-0 con timeout casalingo e Cesana leader nell’attacco in maglia scura. Al rientro sul parquet è Benevelli a sbloccare l’Urania, disattenta però in difesa sul comodo appoggio di Formenti. Carberry schiaccia in contropiede, primi punti per Raivio ed è 7-13 a metà primo quarto. Cesana trova la seconda tripla, gli ospiti scappano sul +14 ma la reazione avversaria c’è, con Montano e Raspino sugli scudi. Carberry risponde a Raivio negli ultimi possessi, è 19-27 dopo 10 minuti.
Sulla sirena dei 24 arriva il primo canestro dal campo per Langston, Carberry sfonda la soglia della doppia cifra e Piacenza allunga ancora, 34-23 con le giocate di Massone. La squadra di Villa è a tratti troppo molle in difesa, Langston prova a guidarla in attacco ma il gap resta ampio, con Guariglia a scrivere ancora +12 al 18′. Milano non sfrutta a pieno un antisportivo, prova a reagire difensivamente e con qualche tiro libero accorcia le distanze: 39-45 all’intervallo all’Allianz Cloud.

Torna a segnare Cesana in apertura di secondo tempo, Formenti prima e Benevelli dopo realizzano da lontano, con il capitano che non riesce a completare la giocata da 4 punti, sul 44-52 a tabellone. McDuffie segna e crea, Langston corregge in tap-in ma gli ospiti allungano ancora, +14 a metà terzo periodo. Bossi trova la giusta linea di penetrazione, McDuffie segna anche dall’arco ed è 71-55 il punteggio ad un quarto dal termine.
Montano prova a tener vive le speranze milanesi, Raspino manca il 2+1 ma recupera un pallone prezioso, riportando i suoi sul -9. Cesana spegne l’entusiasmo di casa, Raivio scalda la mano dall’arco e Piunti in semigancio fa 70-74, con minuto di sospensione in campo. Montano riporta il distacco ad un solo possesso, Formenti smuove lo score dopo il 10-0 subito e gli errori si susseguono da ambo le parti, con l’Urania a sfruttare il bonus già raggiunto dagli avversari. Piacenza entra nell’ultimo minuto con 5 punti di vantaggio, McDuffie mette il sigillo finale ed è meritato successo esterno per l’Assigeco, 87-76 il finale a Milano.

Milano: Montano 18, Langston 14, Raspino 14, Raivio 10, Piunti 8, Benevelli 6, Bossi 3, Franco 3
Piacenza: McDuffie 23, Carberry 18, Cesana 14, Massone 11, Guariglia 10, Formenti 8, Molinaro 3

Commenta