Petrucci: Si può essere ricevuti dal Santo Padre ma da qualcuno del CTS no. Li vediamo solo in tv

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Le parole del presidente della FIP, Gianni Petrucci: Il Coni deve essere considerato, solo così potremmo pensare di risolvere i problemi

Gianni Petrucci, intervenuto a Radio Uno, ha parlato della chiusura dei palazzi dello sport.

Questo il suo intervento anche sulla riforma richiesta dal ministro Spadafora.

Le sue parole sono state riportate da Il Corriere dello Sport.

Chiusura palazzetti.

Se il calcio rischia il default, figuriamoci il basket. Perché non si può parlare con qualcuno del Cts? Li vediamo solo in tv. Non ci danno spiegazioni. Uno può essere ricevuto anche dal Santo padre, da loro no. Il Coni deve essere considerato, solo così potremmo pensare di risolvere i problemi.

Riforma dello sport.

Siamo ad un punto morto. Crea una paralisi nel nostro mondo­. Tutti i presidenti delle federazioni (tranne Binaghi della Federtennis e Barelli della Federnuoto ndr], hanno firmato un documento per dire che, così come è scritto, il testo unico non va bene. Una riforma dello sport si fa in Parlamento, non tramite una legge delega. Si vuole distruggere il primo settore di volontariato in Italia, lo da presidente Coni ho dialogato con 6 governi, oggi ci troviamo di fronte a un muro di gomma.

Commenta