Petrucci: Capienza al 25%? Così il basket muore. Pronti ad un’azione molto forte

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

La delusione del presidente federale sulle decisioni del Governo in merito alle capienze negli impianti

Gianni Petrucci ha detto che il mondo del basket italiano è pronto ad azioni molto forti se il Governo non rivedrà al rialzo le capienze nei palazzetti dello sport per la prossima stagione, ora fissate al 25%.

Queste le parole del presidente federale a Gazzetta.it.

“Così il basket muore” ha tuonato Petrucci. “Non basta dire che non partiranno i campionati, faremo un’azione molto forte d’accordo con le tre leghe perché così non si può andare avanti. E sulla stessa posizione c’è anche la pallavolo. In un anno la nostra federazione ha perso più di 13 milioni di euro” ha aggiunto il numero 1 del basket italiano. “Perché limitare a un quarto la capienza di un impianto da 13 mila posti? Perché questa differenza di trattamento? Qual è la logica. Troppo facile dire sempre no, senza spiegare, senza avere un confronto con il Comitato tecnico scientifico”.

“Le direttive imposte dal Governo, in antitesi con quanto deciso per altri ambiti della vita civile, denotano preoccupante insensibilità e scarsa conoscenza del mondo sportivo, costretto ancora una volta a non poter programmare non solo il proprio futuro ma neanche l’immediato presente” ha continuato Petrucci che spera che si possa ospitare almeno il 50% degli spettatori a partire da settembre.

Commenta