Peterson: Un consiglio alla Virtus, registri dei cori per Teodosic e glieli faccia ascoltare in gara

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Le parole di Dan Peterson: Kazan? Bella partita, non sarà facile. Ci fosse il pubblico…Sarebbe più facile per la Virtus. Penso a uno come Teodosic, che vive di emozioni

Dan Peterson ha parlato a Il Resto del Carlino della Virtus Bologna e della sfida che vale l’EuroLeague contro l’Unics Kazan.

“Con me la Virtus ha cominciato a volare” ha detto Peterson, che con le VuNere ha vinto la Coppa Italia nel 1974, lo scudetto nel 1976 e raggiunto la finale di Coppa delle Coppe nel 1978.

“Kazan? Bella partita, non sarà facile. Ci fosse il pubblico…Sarebbe più facile per la Virtus. Penso a uno come Teodosic, che vive di emozioni. Se potesse sentire il calore dei tifosi avrebbe una spinta in più. Ecco, il consiglio che non do a Djordjevic lo fornisco alla società. Registri dei cori per Teo e li faccia ascoltare durante il match. Sarebbe come gettare benzina sul fuoco. Teodosic e compagni sono ragazzi con grande cervello. Ma giocano con il cuore e sulle emozioni.”

“Djordjevic? Ha avuto coraggio sin dall’inizio. Ha impostato la squadra per arrivare alla fine a un organico di 12 elementi. Non tutti i grandi giocatori diventano grandi allenatori. Lo diventi se hai la pazienza di aspettare.”

Commenta