Pesaro, le emozioni di Totè dopo la prima convocazione in maglia azzurra

Pesaro, le emozioni di Totè dopo la prima convocazione in maglia azzurra

Tote parla della convocazione in nazionale

La stagione 2019/2020 lo ha visto protagonista di un’ottima crescita personale e ora arrivano anche i risultati: il nostro Leonardo Totè infatti ha fatto parte del gruppo di 12 giocatori che è stato convocato con la maglia della Nazionale Italiana per affrontare i match contro Russia ed Estonia validi per la qualificazione agli Europei in programma nel 2021 e che saranno ospitati anche in Italia. Leonardo ci ha parlato delle emozioni vissute dopo la chiamata avvenuta da parte del Commissario Tecnico Romeo Sacchetti: “È stata una bellissima esperienza anche se purtroppo è durata meno di una settimana a causa dell’infortunio all’occhio che ho subìto. Vivere la Nazionale però è stato un sogno e lo considero anche un riconoscimento personale per il lavoro che sto facendo nel corso di questa stagione. Senza dubbio rappresenta un bel traguardo e ho anche avuto l’opportunità di allenarmi intensamente con i migliori ragazzi italiani. Ho vissuto quest’esperienza anche come momento di crescita per aumentare il mio livello di fisicità e di lettura del gioco”.

Leo ha partecipato a cinque allenamenti con la selezione di Coach Sacchetti e il rapporto con gli altri ragazzi è stato positivo fin dal primo momento: “Si è creata un’ottima intesa fin da subito sia tra noi giocatori che con il CT che mi ha fatto un’ottima impressione: è un’ottima persona e un grande Coach con un notevole lato umano e cerca di farci sentire sempre a nostro agio in tutti gli aspetti”. Ora il numero 35 biancorosso è pronto per tornare a dare il meglio di sé anche con la maglia della Carpegna Prosciutto Basket Pesaro. “Sarà importante portare l’esperienza azzurra anche con il mio club a partire dall’etica del lavoro. Voglio chiudere al meglio la stagione e prendermi altro tempo per migliorare ancora per poi tornare a far parte dei giocatori scelti dal CT della Nazionale. A Napoli il gruppo mi è sembrato molto valido, c’erano diversi ragazzi all’esordio con la maglia dell’Italia che volevano mettere in mostra tutto il loro valore e che hanno dimostrato un grande attaccamento ai colori azzurri: giocare per il proprio Paese infatti è il traguardo più importante per ogni atleta”, conclude Leonardo.

Fonte: Ufficio stampa VL Pesaro.

Commenta