Per la Reyer Venezia un mese di dicembre denso di impegni: dieci partite in meno di un mese

Per la Reyer Venezia un mese di dicembre denso di impegni: dieci partite in meno di un mese

Tra recuperi e partite già previste la squadra di De Raffaele dovrà giocare 10 match in una ventina di giorni tra campionato e coppa, sette dei quali al Taliercio e 3 in trasferta.

La Reyer Venezia è uscita dal Forum di Assago, dopo la sfida con Milano affrontata con grande orgoglio ed intelligenza tattica, carica e piena di voglia di tornare a giocare a ranghi compatti. Nel momento in cui scriviamo, la squadra di Walter De Raffaele ha ai box i lungo degenti Mitchell Watt e Valerio Mazzola a causa di infortuni patiti nelle settimane passate e, ai due lunghi orogranata, vanno aggiunti altri cinque giocatori positivi al COVID-19: Stefano Tonut, Andrea De Nicolao, Bruno Cerella, Lorenzo D’Ercole e Gasper Vidmar in attesa che si negativizzino al più presto. L’obiettivo del club è ovviamente quello di recuperare tutti e sette i giocatori per affrontare un mese di dicembre terribile e denso di impegni importanti con dieci partite tra campionato e coppa europea.

Si partirà subito con il back to back dei recuperi del round 3 e il round 8 di EuroCup con i francesi del JL Bourg en Bresse mercoledì 2 e giovedì 3 dicembre entrambi al Taliercio. Poi i lagunari affronteranno domenica 6 dicembre, ancora in casa, l’Aquila Trento per il decimo turno di campionato. Nemmeno il tempo di respirare che martedì 8 dicembre, ancora tra le mura amiche, arriva la Joventut Badalona per il round 9 di EuroCup. Domenica 13 dicembre, nell’undicesima giornata di LBA, l’Umana tornerà a giocare in trasferta trovando come avversaria la Germani Brescia. Altra trasferta probabilmente che si disputerà martedì 15 -con l’alternativa e la speranza di giocare mercoledì 16 per rifiatare un attimo- volando ad Istanbul per il decimo ed ultimo turno della regular season di EuroCup con il Bahecesehir. Domenica 20 torna il campionato con la 12° giornata, al Taliercio arriva l’Openjobmetis Varese per la prima sfida in Serie A tra i fratelli De Nicolao, Andrea e Giovanni. Tre giorni dopo, ossia mercoledì 23 dicembre, Venezia sfida ancora in laguna l’Allianz Trieste nel recupero dell’ottavo turno della massima serie; dopo di che i veneti, domenica 27, andranno a Bologna nel match con la Fortitudo. Per la truppa di coach De Raffaele l’anno solare dovrebbe concludersi con il big match -l’ennesimo recupero di EuroCup per il round 7- in casa con il Partizan Belgrado in data martedì 29 dicembre oppure mercoledì 30. In sostanza Venezia si sparerà 10 partite in poco meno di un mese.

In questo contesto la guardia dell’Umana Reyer Stefano Tonut, ieri sera, ad Udinese Tv ha la rilasciato queste dichiarazioni sottolineando l’enorme voglia di tornare a giocare e ritrovare al più presto tutto l’organico al completo: Per fortuna sto bene, sono in quarantena chiuso in casa da 16 giorni. Però mi ritengo veramente fortunato, seppure nei primi giorni ho avuto un po’ di sintomi, ma nulla di grave. Sto aspettando il tampone che farò domani (mercoledì 25 novembre), e speriamo che sia negativo per tornare in campo di nuovo, non vedo l’ora di rientrare. Faremo tante partite nel mese di dicembre con tantissimi recuperi che saranno molto impegnativi. Non sarà facile, normalmente le partite richiedono del tempo per prepararle e noi non l’avremo. Ma la cosa più importante sarà ritrovare noi stessi, non pensare agli altri, ma trovare atletismo e la nostra fisicità per poi metterle in campo e dopo pensare alle altre squadre. La cosa più importante è recuperare tutti i giocatori”.

 

Commenta