Partizan in EuroCup, Mijailovic: “Decisione più difficile della mia vita”

Partizan in EuroCup, Mijailovic: “Decisione più difficile della mia vita”

Venerdì il club serbo ha confermato l’intenzione di disputare la prossima Eurocup.

La decisione di restare in Eurocup per la prossima stagione è stata ‘la più difficile della mia vita’, ha affermato il presidente del Partizan Belgrado Ostoja Mijailovic.

Ecco alcuni passaggi del suo intervento di venerdì in conferenza stampa:

– Quando Eurolega ha preso la sua decisione, i più grandi sconfitti nel basket europeo sono stati Partizan ed Efes. Non dico che sia stata ingiustizia sportiva, per tutte le circostanze del caso. Il board di Eurolega ha pensato che questa fosse la decisione che avrebbe creato meno danni all’Eurolega. L’abbiamo accettata. Non ho voluto fare alcun discorso prima del board. Non stiamo frustrati, accettiamo tutto. Abbiamo preso la decisione a mente fredda. Mi congratulo con tutti i club che si sono qualificati per l’Eurolega. Non posso dire che sia un successo del management di alcuni club. Non c’erano altre opzioni. Penso anche sia un’arte giocare in Eurolega senza aver vinto un singolo trofeo… In questa stagione, il Partizan è stato in tutti i parametri superiore al livello dell’Eurocup. Per l’organizzazione delle partite, per i risultati, per il numero di spettatori… Abbiamo più tifosi della maggioranza delle squadre di Eurolega.

– La decisione che ho dovuto prendere è stata la più difficile della mia vita e probabilmente la più difficile della storia del club. Ci siamo trovati ingiustamente in questa situazione, in cui dovevamo decidere se andare a destra o a sinistra. Abbiamo parlato con Eurolega e con FIBA. Voglio ringraziare entrambi per come ci hanno approcciato e per aver capito la situazione in cui siamo. Questa decisione non va contro né a favore di nessuno. 

– Avevamo quattro opzioni: giocare in Eurolega era la prima, e non si può. La seconda opzione era FIBA. È la miglior competizione per il Partizan, se parliamo dal un punto di vista di business. Una parte del nostro board, soprattutto le persone che vengono dal mondo del business come me, pensavano che la soluzione più saggia fosse giocare la BCL, per avere solidità finanziaria. Per giocare nella competizione dove hai il maggior incasso se fai bene il tuo lavoro e hai buoni risultati. La terza opzione era di non giocare nessuna competizione europea per un anno, e concentrarsi sull’ABA league. La quarta opzione era di rifare l’Eurocup. Questa è la competizione da cui due squadre vanno in Eurolega. Nessuno di noi si sente bene nel giocare in Eurocup perchè il nostro livello è superiore da molto tempo ora. Ma sappiamo quale sia il valore di quella competizione.

– Quindi da un lato avevamo un miglior futuro finanziario, dall’altro le nostre ambizioni sportive. Sono un uomo che viene dal mondo del business e dovrei pensare prima al lato commerciale, ma ho acquisito abbastanza conoscenza sportiva negli ultimi tre anni al Partizan e ho deciso di restare con Eurolega, e giocare l’Eurocup. Devo ringraziare FIBA, ci hanno dato supporto, un’ottima offerta sul piano sportivo. La decisione è stata basata sul fatto che il Partizan appartiene all’èlite europea. Se la situazione dovesse cambiare, il Partizan ci ripenserà. Abbiamo amici in FIBA e in Eurolega, ed entrambe le competizioni ci vogliono con loro. Noi non siamo un club da Eurocup, ma da Eurolega.

Commenta