Il Partizan espugna il Taliercio: superata Venezia grazie ad uno straordinario terzo periodo

Il Partizan espugna il Taliercio: superata Venezia grazie ad uno straordinario terzo periodo

Il finale: Reyer Venezia vs Partizan Belgrado: 59-79

Venezia chiude la sua avventura in EuroCup al Taliercio con una sconfitta costretta ad arrendersi sotto i colpi e la forza di una squadra del valore del Partizan Belgrado. Si giocava per il Gruppo A il recupero del round#7 riprogrammato oggi a causa della situazione Covid-19 che aveva colpito nel recente passato gli oro-granata. Una partita che non aveva alcun valore di classifica che ha visto la squadra di casa avanti per oltre 20 minuti, dopo di che il talento dei serbi è esploso nel terzo periodo vinto per 28-12, peraltro tirando in modo sublime da oltre l’arco con un 9/18. Il finale 59-79.

Alla palla a due Venezia schiera: De Nicolao, Tonut, Cerella, Stone e Fotu. Il Partizan replica con: Miller-McIntyre, Paige, Dangubic, Thomas e Mosley.

Primo periodo

Buon avvio della Reyer avanti 9-6 al 4’. Nonostante la partita non abbia una valenza per la classifica è sfida vera con le difese che hanno la meglio sugli attacchi. Watt sigla i liberi e poi dalla media mette i punti del +4 lagunare; il tempo si chiude, con la tripla dall’angolo di D’Ercole, sul 18-11.

Secondo periodo

L’Umana allunga ulteriormente sul +10 con un gioco di prestigio che  vale tre punti di Mitchell Watt. Il Partizan, dopo un paio di minuti, muove il punteggio con due canestri consecutivi del talento serbo Jaramaz, 23-17 al 13’. Coach Sasa Filipovski si affida ad un quintetto tutto di matrice serba: Jaramaz, Zagorac, Trifunovic, Dangubic e Jankovic nel tentativo di recuperare il gap con gli avversari, mentre gli oro granata continuano a difendere forte e a sporcare tutte le linee di passaggio. Il finale di tempo è griffato dalla tripla siglata da Chappell e dai liberi di Miller-McIntyre con cui si chiude il primo tempo sul 33-27.

Terzo periodo

Si rientra dall’intervallo lungo con Daye che piazza la bomba del +9 e subito dopo, in contropiede, De Nicolao trova i punti del 38-27 per i padroni di casa; dalla parte opposta Dangubic esce dai blocchi per la tripla del -8 e l’ex Sassari Thomas mette 4 punti filati che riportano a -4 i serbi. Venezia reagisce grazie a Cerella e ancora l’ottimo Watt, ma è ancora Thomas a fare la voce grossa sotto i tabelloni e in attacco, mentre l’esterno Page mette i punti del sorpasso ospite, 43-46 al 28’. La Reyer sbanda e perde un paio di palloni che consentono al Partizan il massimo vantaggio sul 43-55. Il terzo quarto si chiude sul 45-55 con un parziale complessivo di 21-0 per gli ospiti.

Quarto periodo

La formazione serba continua a macinare gioco e canestri, 53-68 al 34’ con la bomba di Jaramaz. Il finale è pura accademia con i bianconeri ospiti che arrivano comodamente al traguardo per primi. Finisce 59-79.

Commenta