Paolo Vazzoler: Sul -10 siamo rimasti in partita. Nel momento chiave sono emerse le seconde linee

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Le parole del presidente di Treviso: Menetti ha ragione quando dice che dev’essere un momento di presa di coscienza e non di appagamento

Paolo Vazzoler, presidente della De’ Longhi Treviso, ha parlato della vittoria contro la Fortitudo Bologna pur senza David Logan.

Queste le sue parole a La Tribuna di Treviso.

“Nel girone di andata avevo detto che la squadra era stata sprecona, stavolta non lo è stata: sul –10 è rimasta in partita, evitando l’imbarcata. L’aspetto più bello è stato vedere la gioia della panchina, i famosi senior, Logan compreso, erano veramente felici e contenti. Credo insomma che si sia visto il bene comune, dalla panca incitavano i compagni, vedendo come stavano giocando. Per noi era importante dimostrare che potevamo giocare alla pari senza David e lui era felice che ci fossero riusciti” ha detto Vazzoler.

“Nel momento chiave sono emerse le cosiddette seconde linee. Menetti ha ragione quando dice che dev’essere un momento di presa di coscienza e non di appagamento”.

Commenta