Palababele di Cantù: a distanza di 30 anni il Comune paga ancora per il cantiere

Il Palababele non è mai stato costruito e quel poco che era stato fatto è stato prima abbandonato e poi demolito

A distanza di 30 anni, il comune di Cantù sta ancora pagando per il primo cantiere del Palababele.
Come scrive La Provincia di Como, tecnicamente le casse di Piazza Parini stanno ancora pagando, sia per il mutuo dell’impianto, sia per la strada di un cantiere mai terminato in tre decenni.

Doveva essere una strada provvisoria da utilizzare per un paio d’anni ma la strada è ancora
provvisoria ed il palazzo non è mai stato completato.

Quando iniziarono i lavori per il palazzo venne effettuato un passaggio su un terreno vicino tra il cantiere ed il centro commerciale, di proprietà di Mario Moscatelli, era il 30 gennaio dal 1991.

Da allora il proprietario, per concedere il passaggio su un pezzo di terra di 265 metri quadri riceve dal comune 500 euro annui.

Il Comune di Cantù sta inoltre continuando a pagare il mutuo per la realizzazione dell’impianto prima abbandonato e poi demolito.

Il totale è di €1.030.344, con tasso del 5.586% concesso dalla Cassa depositi e prestiti. Mutuo concesso originariamente nel 1989.

Mutuo che è stato rinegoziato nel 2006 e che verrà estinto nel 2026.

Commenta