Hall: Nba? Io penso solo a Milano. Mitoglou: Ala forte o centro, comunque per dare tutto

Hall: Nba? Io penso solo a Milano. Mitoglou: Ala forte o centro, comunque per dare tutto

Nuovo evento in casa Olimpia Milano

Alle ore 15, in casa Olimpia Milano, la presentazione di Devon Hall e Dino Mitoglou.

Stavropoulos
«Oggi presentiamo Dino Mitoglou, giocatore che abbiamo fortetemente voluto, perchè giovane, espero, ambizioso. Arriva da noi nel momento giusto della sua carriera. Devon Hall viene da un college importante e ha fatto esperienza al Bamberg. Anche lui versatile».

Mitoglou
«Onorato di essere parte di questa grande squadra. E’ una grande sfida».

Hall
«E’ il momento di mettersi al lavoro per dei grandi obiettivi».

Mitoglou sulla scelta Milano

«Far parte del Panathinaikos è stato un grande onore, una maglia pesante. Adesso vengo in una squadra con una maglia altrettanto pesante, e spero di ripetere gli stessi successi. Coach Messina è stato un grande stimolo, così come gli obiettivi di squadra».

Hall sulla grande opportunità EuroLeague

«E’ una grande opportunità per me, e per questo sono qui. Per crescere come persona e giocatore bisogna accettare le grandi sfide, quindi lavorare con Messina e compagni come quelli di oggi».

Mitoglou sul paragone con Fotsis

«Ci sono stati alcuni giocatori greci in questa squadra, ringrazio per il paragone con una leggenda simile. Spero di essere alla sua altezza, ma soprattutto di creare una storia mia ed evolvere come giocatore e come pesona».

Hall su EuroLeague

«E’ la lega più competitiva che c’è, non puoi stare sereno neanche una sera. Penso di essere versatile come richiede la competizione, per dinamismo, tiro e capacità di difendere. Dovrò crescere nella selezione delle situazioni, ma giocatori come il Chacho e Delaney mi aiuteranno a crescere».

Mitoglou su Pitino

«Un grande uomo e un grande mentore per me. Felice di essere stato allenato da lui sia nel Panathinaikos che nella nazionale greca. Il fatto che abbia parlato così di me e perchè avevamo tanti infortunati e ci mancava un 3. Mi disse che doveva impiegarmi anche in quel ruolo, e io ho promesso di dare tutto. A Milano farò la stessa cosa, ma Messina mi vede da 4 e da 5».

Hall e il paragone con Shields

«Le parole di Messina mi hanno fatto piacere e dato fiducia. Andare in campo, rendere in più ruolo, e rivelarmi come Shields».

Mitoglou e il suo impiego

«Ho fatto allenamenti con Nicolò, Tarczewski e Hines. Nicolò Melli è uno dei migliori di EuroLeague, Tarczewski uno dei “5” più fisici, a meno che non lo sia Hines. Poi sarà l’allenatore a scegliere l’accoppiamento migliore, io sono pronto a giocare con tutti».

Stavropoulos e il mercato

«E’ contato tanto la fisicità e la freschezza. Sono ragazzi giovani che daranno freschezza ed energia. Se vogliamo fare un passo in più rispetto all’anno scorso, con l’obiettivo di fare i playoff e dare il massimo, serve freschezza sino in fondo, senza la situazione che abbiamo vissuto nel finale di campionato. Non è facile, l’ho vissuto con l’Olympiacos. Dopo le Final Four si arriva stanchi mentalmente. Siamo andati a Colonia per giocarcela, siamo usciti per un tiro, poi contro la Virtus sono venute meno energie e testa. L’anno scorso siamo partiti a metà luglio, lavorano da 11 mesi, sono esseri umani…».

Mitoglou e il suo ruolo

«L’evoluzione del ruolo è nell’essere sempre una minaccia. Poi dipende dal coach. Al college giocavo da 3 e da 4, al Pana da 4 e da 5, a volte devo aprire il campo, altre devo stare più vicino al canestro, come capiterà quest’anno».

Hall e le sue caratteristiche

«Possibile che io in NBA sia stato danneggiato dalla mia versatilità. Però in Europa è un punto di forza. Parlando con Messina, il fatto di poter giocare in più ruolo e fare più cose è un pregio. Cosa mi serve per tornare in NBA? E’ irrilevante, ora io penso a Milano e all’EuroLeague».

Mitoglou sui precedenti greci in Olimpia

«Per invertire la tendenza devo vincere. Forse per chi è venuto prima era diverso il momento storico, era più difficile farcela»

Mitoglou sull’impresa di Milano contro l’Aris

«Non conoscevo questa storia. Le due città sono legate da questa passione viscerale per lo sport. Ma non sapevo di questa partita storica».

Mitoglou sul mercato di EuroLeague

«Impressionato dal mercato di Baskonia e Fenerbahce, e poi speriamo di essere anche noi nella lista»

Commenta