Oleggio e Passera si separano

Oleggio e Passera si separano

È difficile, forse impossibile, trovare le parole più giuste in situazioni come queste e allora la soluzione migliore è affidarsi al cuore e ai ricordi.

È difficile, forse impossibile, trovare le parole più giuste in situazioni come queste e allora la soluzione migliore è affidarsi al cuore e ai ricordi. Dopo cinque anni intensi e ricchi di emozioni l’Oleggio Magic Basket prosegue il proprio cammino nel mondo del basket senza coach Franco Passera.

Qualche anno di corteggiamento, come aveva rivelato allora il patron Mauro Giani, poi finalmente l’arrivo del coach varesino alla corte degli Squali nel 2016: due anni da capo allenatore in serie B, poi il ruolo di responsabile di area tecnica anche per il settore giovanile, il ritorno in corsa sulla panchina della prima squadra e da ultimo la riconferma con un preziosissimo lavoro a distanza fatto di impegno e professionalità, doti che neanche una pandemia mondiale ha bloccato, perché quando c’è la passione per lo sport e per la pallacanestro una soluzione la si trova sempre.

Con coach Passera gli Squali non hanno alzato trofei, ma hanno raggiunto traguardi che sono ancora più preziosi: nulla può sostituire un insegnamento sportivo ma anche di vita: sì, con coach Franco Passera chiunque faccia parte della famiglia biancorossa ha infilato nel bagaglio di esperienze tanti mattoncini. Le strade si dividono a livello lavorativo, ma non certo a livello umano: uno Squalo vero lo è per sempre.

L’intera società con tutti i suoi componenti desidera esprimere un sentito grazie a Franco Passera: i ricordi di ognuno non potranno mai essere cancellati.

«Chiudo un’esperienza che mi ha arricchito professionalmente e umanamente, – dice coach Passera – un semplice grazie, ma sentitissimo a tutti coloro che mi hanno supportato e anche sopportato in questi cinque anni: auguro alle persone con cui ho lavorato le migliori fortune personali e sportive».

Il presidente Mauro Giani: «Ci sarebbe talmente tanto da dire che scelgo una parola sola, ma che ha un importante significato: grazie. Franco Passera è arrivato a Oleggio dopo un anno per me personalmente molto difficile con lui abbiamo inaugurato una nuova era che continua. Sono stati cinque anni importanti, durante i quali la nostra amicizia si è rafforzata e questa rimarrà assolutamente, al di là di un palazzetto o un campionato. Cinque anni di serie B, in cui abbiamo affrontato tante situazioni ma mai perso un colpo e questo è proprio grazie a Franco, la cui presenza è stata preziosa anche per l’intero settore giovanile. I nostri cinque anni insieme sono qualcosa di difficile da descrivere, ma è certo che rimarranno tutti dentro di me, con tutti i ricordi. Grazie coach».

Fonte: Ufficio Stampa Oleggio.

Commenta