Nuovo format più snello alla fine del girone d’andata?

Foto Ciamillo
Foto Ciamillo

Alla domanda della Gazzetta dello Sport rispondono Poeta, Vitali, Pancotto, De Raffaele, Dalla Salda e Marino

Peppe Poeta della Vanoli Cremona. Luca Vitali della Germani Brescia, Cesare Pancotto di Cantù, Walter De Raffaele di Venezia, Dalla Salda di Reggio e Marino di Brindisi hanno risposto ad una domanda della Gazzetta dello Sport se alla fine del girone d’andata non va adottato un format più snello per il campionato di Serie A.

Poeta: Si potrebbe pensare ad un format con playoff a 12 squadre o al limite a 16.

Vitali: La cosa più importante è che si vada avanti per il bene del movimento.

Pancotto: Cambiare in corsa il format, si può fare ma deve essere una decisione condivisa da Lega e Federazione.

De Raffaele: Bisogna essere flessibili.

Dalla Salda: Mai come in questo momento ritengo giusto lasciare nella mani del nostro presidente di Lega Umberto Gandini l’autonomia per decidere a nome di tutti.

Marino: Penso ad altro: ristori anche per le società che sono aziende vere e proprie, e stop alle coppe europee, visto che certi Paesi sono ad alto rischio contagio.

Commenta