No game all’Unipol Arena: Venezia spazza via Pesaro

No game all’Unipol Arena: Venezia spazza via Pesaro

Pesaro-Venezia 51-83 il finale

All’Unipol Arena di Casalecchio di Reno, nella prima sfida dei quarti di finale di Supercoppa targata discovery+, la Reyer Venezia domina e spazza via Pesaro con il punteggio di 83-51. Una sfida senza, storia, troppa la differenza tra la squadra di De Raffaele e quella di Petrovic. MVP del match Vic Sanders auotore di 20 punti.

Quintetti di partenza. Pesaro: Caio Pacheco, Sanford, Delfino, Zanotti e Jones. Venezia: Phillip, Tonut, Michele Vitali, Brooks e Watt.

Primo periodo

Inizio di gara equilibrato, con le triple di Michele Vitali per Venezia e Delfino per Pesaro (5-5 al 4’). Gli orogranata allungano sul +8 (5-13) grazie ai canestri di Phllip, Brooks ed Echodas. De Raffaele si affida al gioco perimetrale e trova con Vitali i punti del +9, mentra dalla parte opposta Sandord fatica a trovare la via del canestro, 9-20 al 9’ ancora con una canestro di Echodas. La prima frazione si chiude sul 11-20.

Secondo periodo

Il copione di avvio del secondo tempo non cambia: Reyer subito avanti 30-11 dopo tre minuti di gioco grazie alla difesa e ai canestri di De Nicolao e Daye. Brooks e compagni dilagano, (12-35 al 16’). Caio Pacheco sigla il primo canestro su azione del quarto per la VL, ma Venezia trova punti anche da Tonut, dall’ottimo Echodas e da Sanders. Il primo quarto si chiude sul 45-14 per i lagunari. Pesaro mette a referto solo 3 punti in tutta la seconda frazione.

Terzo periodo

Si rientra dall’intervallo lungo con il primo canestro di Jones seguito da quello di Zanotti. Tonut mette la sua seconda tripla a cui risponde Sanford. La squadra di Petrovic gioca con più intensità rispetto al pessimo primo tempo, ma non basta e contenere l’Uamna: Sanders continua a piazzare giocate di talento, 29-64 al 28’. L’ultima giocata è di Drell con si chiude la terza frazione sul 36-68.

Quarto periodo

Apre la bomba di Daye con l’Umana che raggiunge anche il +38. Gli ultimi dieci minuti sono puro garbage time. 51-83 il finale.

 

 

 

Commenta