NBA si prepara a un 2020-21 senza pubblico e con un -40% nei ricavi

NBA si prepara a un 2020-21 senza pubblico e con un -40% nei ricavi

In una conference call Adam Silver ha esposto ai giocatori i piani della lega.

Parallelamente allo sforzo per tentare di riprendere la stagione sospesa per il Coronavirus, la NBA sta lavorando alla possibilità che neanche nel 2020-21 si possa consentire l’accesso nel pubblico: quest’eventualità porterebbe alla lega un calo del 40% nei ricavi.

Ad esporre la situazione, in una conference call con i giocatori, è stato il commissioner Adam Silver, come riportato da Adrian Wojnarowski di ESPN: “Dobbiamo trovare un modo per far fronte a questa situazione, potrebbe diventare la sfida più grande delle nostre vite. Finché non vi sarà un vaccino o una cura che impedisca alle persone di morire per questo virus, dovremo far fronte a questa situazione insieme”.

Silver ha poi aggiunto che la possibilità più sensata per riprendere la stagione sospesa sarebbe disputarla in una o due location uniche, tra cui Orlando e Las Vegas.

Fonte: Adrian Wojnarowski.

Commenta