NBA, per Bill Simmons la prossima stagione inizierà entro il Martin Luther King day

A breve la NBA dovrebbe annunciare la data di inizio della stagione 2020/21

Bill Simmons, noto reporter a capo di The Ringer, durante il suo podcast ha parlato delle intenzioni della NBA per la prossima stagione.

Questa settimana la lega incontrerà ESPN e Turner, i principali partner televisivi, per stabilire la data in cui ripartirà la regular season.

Attualmente sarebbe opinione comune iniziare la stagione quanto prima per mantenere la stagione 21-22 su un calendario più normale. La lega in precedenza aveva  preso in considerazione l’idea di iniziare a febbraio o marzo per massimizzare la possibilità di riportare i fan nelle arene.

“Ci sono molte indicazioni sul fatto che l’NBA potrebbe iniziare molto prima di quanto si pensasse “, ha detto Bill Simmons.” Penso che l’idea sia, a Natale sarebbe l’ideale, ma non credo che riuscirebbero a fare tutto così velocemente. Una data tra Natale e il weekend del Martin Luther King day (18 Gennaio).

“Il pensiero è che la prossima stagione è compromessa  Perché i fan non torneranno fino a quando Dio solo lo sa? Aprile? Maggio? Chi lo sa? Ma devono preservare la stagione successiva. Più tardi aspettano per iniziare questa stagione, più saranno costretti a ritardare anche la prossima. Potrebbero provare a ridurre la regular season a 70, 72 partite, magari evitare l’All Star break….

La cosa che hanno capito è che nessuno guarda la televisione ad agosto. Indipendentemente dal fatto che ci sia o meno una pandemia. Settembre è stata una catastrofe contro il football. E poi le elezioni ogni quattro anni, cose del genere. Sai cosa ha funzionato davvero? Avere le finali a giugno e poi l’offseason a luglio, tu comandi in quei due mesi…. Vogliono tornare a quello, o a qualcosa di simile. Per farlo, è necessario iniziare quanto prima la prossima stagione”

Fonte: The Ringer.

Commenta