NBA: obbligo di vaccino per coach, trainer e membri del Front Office, ma non per i giocatori

NBA: obbligo di vaccino per coach, trainer e membri del Front Office, ma non per i giocatori

La vaccinazione dei giocatori è soggetta a trattative con la National Basketball Players Association.

L’NBA ha informato le squadre che tutto il personale sotto il controllo della squadra che lavora entro 15 piedi (circa 4,5 metri) dai giocatori o dagli arbitri durante le partite dovrà essere completamente vaccinato contro il COVID-19 per la prossima stagione.

La direttiva include specificamente allenatori, membri del front-office e trainer, ma non richiede la vaccinazione di tutti i giocatori. La vaccinazione dei giocatori è soggetta a trattative con la National Basketball Players Association.

La lega ha fissato una scadenza del 1 ottobre.

Inoltre il mandato si applica a tutto il personale che lavorerà nei pressi del campo, compresi telecronisti, operatori del tabellone segnapunti, fotografi e personale di sicurezza. Inclusi anche gli addetti agli spogliatoi, il personale medico, i gestori delle attrezzature e i fornitori di alimenti e bevande.

Commenta