NBA, i giocatori continueranno a non essere testati per l’uso di marijuana

NBA, i giocatori continueranno a non essere testati per l’uso di marijuana

Resta in vigore la policy decisa alla vigilia della bolla di Orlando.

La NBA ha confermato che i giocatori continueranno a non essere testati per l’uso di marijuana e che concentrerà i suoi sforzi investigativi sull’abuso di sostanze illecite o dopanti.

Il cambio di rotta della lega in merito era arrivato alla vigilia della bolla di Orlando

Commenta