Minnesota, tutti soddisfatti di James Johnson

Johnson ha fatto registrare medie di 12 punti, 4.9 rimbalzi, 3.8 assist, 1.3 recuperi e 1.3 stoppate in 14 partite con Minnesota

Dopo un inizio di stagione da dimenticare, con gli Heat che lo hanno messo fuori squadra a causa di un peso eccessivo per i loro standards, James Johnson è finito a Minnesota in una multi-team trade.

L’ala da Wake Forest è riuscito subito a ritagliarsi un posto in rotazione, grazie alla sua versatilità sui due lati del campo.

In 14 partite uscendo dalla panchina ha fatto registrare medie di 12 punti, 4.9 rimbalzi, 3.8 assist, 1.3 recuperi e 1.3 stoppate.

Ai Timberwolves sono tutti contenti per il suo arrivo, dato che oltre al rendimento sul parquet è diventato anche un leader per i tanti giovani del gruppo.

Ne parla Gersson Rosas:

“Per noi ha molto valore un giocatore che in difesa può giocare da 4 o da 5, e in attacco in alcune situazioni può addirittura gestire palla. La realtà è che James è riuscito subito ad avere successo nel nostro sistema. E poi ho sempre ritenuto importante avere un veterano in grado di aiutare il gruppo con la sua leadership, la sua grinta, quella cattiveria agonistica che in passato non avevamo”

Anche Juan Hernangomez, altro giocatore arrivato a ridosso della deadline, riconosce il valore di Johnson per il gruppo: “E’ importante ogni singolo giorno, è il nostro leader vocale. Gioca in NBA da oltre 10 anni, quando parla siamo tutti lì ad ascoltarlo. Conosce le nostre difficoltà, sa di cosa abbiamo bisogno. Noi seguiamo la sua leadership”

Johnson ha una player option da circa 16 milioni per la prossima stagione.

Fonte: The Athletic.

Commenta