Milano, Fioretti: “Dovremo essere più continui rispetto ad Atene”

Credits Ciamillo-Castoria
Credits Ciamillo-Castoria

I biancorossi dal Pireo hanno viaggiato direttamente alla volta di Napoli, dove affronteranno i partenopei di Pancotto

Da Atene, dove si è allenata in tarda mattinata, l’Olimpia si è trasferita a Napoli per la penultima giornata del girone di andata del campionato di Serie A. La squadra partenopea viene da tre sconfitte consecutiva, l’ultima nel derby con Scafati, ed è in piena lotta per la salvezza: in settimana ha esonerato l’allenatore Maurizio Buscaglia, promuovendo l’ex assistente Cesare Pancotto, uno dei tecnici più esperti d’Italia, 67 anni e oltre 1.000 partite dirette nel massimo campionato. Ha anche rilasciato Robert Johnson in favore di Joe Young, che stava giocando ad alto livello in Grecia al Promitheas, ma non è ancora disponibile. L’Olimpia dopo la vittoria di Bologna, la quinta in trasferta della stagione conta di prolungare il momento e conservare il primato in classifica, che le darebbe il primo posto anche nel tabellone della Coppa Italia. La gara del Pala Barbuto – dove l’Olimpia ha già giocato contro Scafati – arriva nel mezzo di una trasferta di sei giorni che proseguirà poi a Berlino e lega un nuovo doppio turno di EuroLeague che si materializzerà venerdì prossimo al Mediolanum Forum contro lo Zalgiris Kaunas.

NOTE – La partita Gevi Napoli-EA7 Emporio Armani Milano si gioca domenica 8 gennaio alle ore 20:30 a Napoli, con diretta su Eleven.

GLI ARBITRI – Tolga Sahin, Denis Quarta, Guido Di Francesco.

COACH MARIO FIORETTI – “Giochiamo contro una squadra che viene da un periodo difficile ma, come spesso accade in questi casi, il cambio di allenatore potrebbe dargli una spinta ulteriore soprattutto sul piano emotivo. Come squadra Napoli ha cinque stranieri atletici di cui almeno tre, Michineau, Howard e Williams, dotati di eccellenti doti realizzative, più tre italiani che ormai sono da considerarsi solidi veterani del nostro campionato. Contro questa squadra dovremo riuscire a esprimerci con maggior continuità nell’arco della partita rispetto alla prova di Atene dove ci siano espressi solo a sprazzi”.

NAPOLI – La guardia Jordan Howard (fratello del Markus che gioca a Baskonia) è stato finora il primo realizzatore di squadra con 14.6 punti di media e il 41.8% da tre su 6.6 tentativi. Il centro JaCorey Williams, oltre a segnare 14.0 punti per gara con il 59.9% dal campo (tira solo da due), ha anche 7.5 rimbalzi di media di cui 2.2 in attacco. David Michineau, francese che è stato scelto al secondo giro nei draft NBA del 2016, è playmaker da 4.3 assist e 9.8 punti di media. L’ala Elijah Stewart aggiunge 8.9 punti e 3.0 rimbalzi a partita; l’ala forte Devin Davis produce 8.0 punti e 5.7 rimbalzi in 21 minuti in campo di media. Il gruppo italiano conta soprattutto sull’esperto Andrea Zerini (4.0 punti, 3.2 rimbalzi di media, 42.9% da tre), l’ala forte Simone Zanotti (4.5 punti di media) e l’esterno Lorenzo Uglietti (5.8 punti, 3.9 rimbalzi per gara).

I PRECEDENTI – La Napoli Basket neopromossa è una società nuova rispetto a quelle che, sempre a Napoli, hanno storicamente partecipato al campionato di Serie A. La denominazione Napoli Basket è diventata ufficiale dal 2018 dopo l’ultimo trasferimento di proprietà. Il club ha vinto la Coppa Italia sia in Serie B che poi in A2. Gli unici precedenti reale risalgono alla passata stagione, con due vittorie su due dell’Olimpia.

GAME NOTES – Billy Baron ha il miglior plus/minus medio del campionato con +11.0 per partita. Brandon Davies è terzo con +9.6, Nicolò Melli è quarto con +9.3 e Naz Mitrou-Long è quinto con +8.5. In stagione, Baron è 22/23 dalla lunetta e 23/44 nel tiro da tre che gli vale il secondo posto assoluto dietro John Petrucelli di Brescia. Davies è quinto nel tiro dal campo con il 60.9%, primo per valutazione per minuto giocato (32.9 ogni 40 minuti in campo). L’Olimpia come squadra è prima per punti subiti (73.0), prima nella difesa sul tiro da due, 45.6%, e concede la valutazione più bassa agli avversari, 69.3 per gara. Inoltre, è anche la squadra che concede meno rimbalzi, 30.6 a partita. Infine, è prima nella valutazione con 100.4 di media, seconda nel tiro da tre con il 39.3%.

Fonte: Ufficio Stampa Olimpia Milano.

Commenta