Milano a Istanbul, Datome: “È stata casa mia. Per vincere dovremo ripartire dalle cose buone”

Credits Ciamillo-Castoria
Credits Ciamillo-Castoria

Per l'Olimpia si apre il doppio turno interamente in terra turca, primo atto in casa del Fenerbahce.

Il terzo doppio turno consecutivo, il secondo tutto in trasferta, presenta una novità ulteriore perché viene interamente disputato a Istanbul, quindi l’Olimpia trascorrerà gran parte della settimana nella capitale turca. Il primo impegno è contro il Fenerbahce nella zona asiatica della città. Ovviamente è il “Gigi Datome Day” dopo cinque anni trascorsi con le maglie gialloblù che non sono passati indimenticati. L’Olimpia arriva a questa gara dopo aver vinto a Khimki e perso ma dopo aver guidato praticamente per i due quarti centrali e fino a tre minuti dalla fine a Barcellona. L’Olimpia è 3-3 in trasferta, il Fenerbahce ha perso cinque delle ultime sei, ma adesso ha un calendario favorevole con tre gare su quattro in casa. Inoltre, dopo aver sofferto qualche infortunio, ha recuperato Nando De Colo, uno dei più grandi cannonieri di EuroLeague, e una delle pietre angolari della squadra assieme a Jan Vesely. Si gioca martedì 15 dicembre, alle 18.45 italiane, diretta su Eurosport Player.

L’OLIMPIA – Anche dopo la sconfitta di Barcellona, è seconda per produzione offensiva con 82.5 punti per gara e prima nel tiro da tre con il 41.3%. Affronta una squadra diversa, che sta faticando a segnare, 73.1 punti di media e sta concedendo 11.9 rimbalzi offensivi a partita. Milano ha perso due delle ultime tre, ma in tutte e tre le ultime gare non ha avuto Sergio Rodriguez (12.8 punti, 4.7 assist a partita). Shavon Shields ha 13/18 da tre nelle ultime cinque ed è quinto nelle palle rubate. Kevin Punter, primo realizzatore di squadra, è reduce dalla prima gara in singola cifra dopo il rientro dall’infortunio. Malcolm Delaney è reduce dal “season-high” di 23 punti a Barcellona e ha centrato gli ultimi 16 tiri liberi tentati, in assenza di Rodriguez.

COACH ETTORE MESSINA – “Come sempre in trasferta a livello EuroLeague, sarà una partita difficile contro un avversario profondo, atletico e con tante varianti tattiche a disposizione. Per noi ovviamente è un momento di calendario complicato, con pochissimo riposo tra una gara e l’altra. In ogni caso, dobbiamo prestare grande attenzione ai dettagli e alla coesione di squadra, come è successo per gran parte di questa stagione, contro una squadra di altissimo livello”.

GIGI DATOME – “Torno in un posto che ho chiamato casa per cinque anni meravigliosi, ovviamente mi spiace che non ci sia pubblico, ma questo magari mi permetterà di concentrarmi più facilmente su una partita molto difficile, nella quel dovremo ripartire dalle cose buone che abbiamo fatto ultimamente”.

GLI ARBITRIDaniel Hierrezuelo (Spagna), Fernardo Rocha (Portogallo), Mario Majkic (Slovenia).

IL FENERBAHCE – Dopo la sconfitta di Berlino, ha perso in campionato con il Karsiyaka subendo 35 punti nell’ultimo quarto, ma aveva controllato la gara fino a quel momento. Lorenzo Brown, alla Stella Rossa l’anno passato, sta segnando 11.5 punti di media con 4.4 assist ed è quarto assoluto nelle palle rubate con 1.54 per partita. In regia è sostenuto dal veterano Ali Muhammed (precedentemente noto come Bobby Dixon) che ha il 47.9% da tre, migliore di squadra. Nando De Colo sta producendo 11.6 punti a partita, è il primo di sempre in EuroLeague nei tiri liberi e sta recuperando da un infortunio. Le altre guardie sono Leo Westermann e Mehli Mahmutoglu. Un altro tiratore eccezionale è Jarrell Eddie, 46.3% dall’arco. L’ex Sassari, Dyshawn Pierre gioca solo da ala piccola. Dallo Zalgiris è arrivato Edgaras Ulanovas. Poi il pacchetto di lunghi comprende oltre a Vesely (primo rimbalzista e stoppatore di squadra), Johnny Hamilton, Danilo Barthel e Ahmet Duverioglu. Il coach è al primo anno in EuroLeague, ma Igor Kokoskov ha vinto il titolo europeo con la Slovenia e ha allenato da capo allenatore a Phoenix nella NBA.

I PRECEDENTI VS. FENERBAHCE– Nei 18 precedenti, il Fenerbahce guida 12-6. Le due squadre si sono affrontate nel 1996/97, primo turno di EuroLeague con doppia vittoria dell’Olimpia. Nel 2011/12 si sono ritrovate, ancora nelle Top 16, e il Fenerbahce ha vinto a Istanbul 65-63 ma perso a Milano 85-72 (27 punti di Malik Hairston). Nel 2013/14, l’Olimpia ha vinto a Milano 90-85 (17 di Daniel Hackett) e poi si è ripetuta a Istanbul 82-73 con 16 punti di David Moss e 13 di Alessandro Gentile. Il Fenerbahce ha poi vinto dieci partite consecutive tra le due squadre, quattro nella stagione 2014/15, prima di perdere la partita di andata della passata stagione a Milano 87-74. In quella partita ci sono stati 22 punti di Sergio Rodriguez.

LA FENERBAHCE CONNECTION Gigi Datome ha giocato al Fenerbahce per cinque stagioni con quattro apparizioni alle Final Four di EuroLeague e il titolo europeo vinto nel 2017. Datome ha giocato 149 partite di EuroLeague in gialloblù, segnando 1.538 punti. Ha anche vinto tre volte il titolo turco e tre volte la Coppa di Turchia. Nel 2016 è stato MVP della finale del campionato turco. Sergio Rodriguez, Kyle Hines e Nando De Colo hanno giocato assieme al CSKA Mosca, vincendo l’EuroLeague nel 2019. Sempre al CSKA hanno giocato un anno anche con Leo Westermann. Il general manager del Fenerbahce, Maurizio Gherardini ha lavorato con Ettore Messina a Treviso.

NOTE – Gigi Datome ha una striscia aperta di 23 tiri liberi a segno. Sergio Rodriguez ha segnato almeno una tripla in 21 delle ultime 22 apparizioni ed è andato in doppia cifra nella valutazione in nove delle ultime 10 gare disputate. Kevin Punter ha segnato una tripla in ognuna delle ultime 19 partite di EuroLeague.

Fonte: Ufficio Stampa Olimpia Milano.

Commenta