Messina: In NBA non ti rompono le palle come in Europa con media e social media

Credit: Ciamillo & Castoria
Credit: Ciamillo & Castoria

Le parole del coach dell'Olimpia Milano

Ettore Messina, coach dell’Olimpia Milano, è intervenuto durante BLOK to BLOK podcast per parlare delle differenze tra la NBA e l’Europa.

Ne riportiamo alcuni stralci.
“La principale ragione per cui lasciai l’Europa per la NBA? Lavorare con Gregg Popovich, lo ammiravo da sempre e avevo già un buon rapporto con lui…Inoltre volevo vivere la cultura degli Spurs, la migliore organizzazione del mondo…Volevo farne parte”
“La gente non ha idea di quanto sia diverso allenare una partita NBA, i 48 minuti in termini di rotazione dei giocatori e di quanti minuti un giocatore può stare in campo sono completamente diversi. Inoltre, in Europa, se sei sotto di 15 a metà del terzo quarto, molto probabilmente la partita è finita. In NBA, se sei sotto di 20 a metà del terzo quarto, hai ancora 18 minuti da giocare, ovvero quasi la metà della partita in Europa. Quindi, hai ancora una possibilità”.

“in NBA, non ti rompono le palle come fanno in Europa con i media e i social media, questa è la morale della favola…In NBA non c’è la stessa pressione, in campo non sono nemmeno vicini al livello di aggressività che c’è in Europa. Questa è la stessa ragione per cui da loro l’ambiente è più tranquillo durante le partite”

Commenta