Meo Sacchetti: Una squadra come la nostra non può recuperare un solo pallone in tutta la gara

Meo Sacchetti: Una squadra come la nostra non può recuperare un solo pallone in tutta la gara

Sacchetti parla della sfida contro la Vanoli Cremona: Ho fatto tre anni bellissimi, di quella squadra però c’è rimasto poco, Palmi e Jacopo, il preparatore

Queste le dichiarazioni prepartita di Meo Sacchetti, coach della Fortitudo Bologna, in vista del prossimo match contro la Vanoli Cremona.

Le parole riportate da Bolognabasket.

Vorrei ripartire molto meglio. Ci può stare in preparazione avere alti e bassi, ma c’è un dato importante: una squadra come la nostra non può recuperare solo un pallone in tutta la partita. Questa è la cosa più brutta, ci vuole più aggressività e ne abbiamo fatta vedere molto poca.
La sconfitta che abbiamo avuto è stata una brutta sconfitta, io ci sono rimasto male e credo anche i giocatori. Credo ci debba essere una reazione sotto l’aspetto emotivo. Poi certe cose possono funzionare, aiuti, cambi, ma questa è la cosa più importante.
Ora abbiamo dieci giocatori, per me è anche difficile giocare con tutti, cercheremo di avere qualche equilibrio in più, speriamo di poter gestire meglio questa partita.
Spalmare più la produzione offensiva? Abbiamo i giocatori in grado di fare canestro, devono mettersi nelle condizioni, abbiamo due ragazzi americani che sono ancora titubanti per questa pallacanestro europea, devono giocare con più coraggio e avere una presenza migliore, non fare i comprimari e basta.
Ritrovare Cremona? Ho fatto tre anni bellissimi, di quella squadra però c’è rimasto poco, Palmi e Jacopo, il preparatore. Quelli che sono rimasti li ritrovo volentieri. L’iscrizione? E’ arrivata alla fine ma credo sia il meglio per Cremona e per il campionato italiano, che così ha 16 squadre.

Commenta