Meneghin: “Coppa Italia? Servirà la Venezia vera. Varese-Fortitudo: Sfida drammatica”

Meneghin: “Coppa Italia? Servirà la Venezia vera. Varese-Fortitudo: Sfida drammatica”

“Il canestro di Teodosic contro Candi? Una giocata fantascientifica e nessuna mancanza di rispetto verso l’avversario. Alla Reyer la prestazione fornita domenica con Cantù non sarà sufficiente per battere la Virtus”

Andrea Meneghin, ora commentatore di Eurosport, è stato ospite della trasmissione “Vicini di Banco” in onda su Radio Basket 108. Ecco uno stralcio delle sue principali dichiarazioni:

Qui l link al podcast dell’intera puntata

Vicini di Banco con Andrea Meneghin

COPPA ITALIA E PUBBLICO

“Non ci sarà il calore del pubblico, quello che ti spinge a fare le grandi imprese. Lo abbiamo visto nella magia che si era creata nella scorsa edizione a Pesaro e in quella prima a Firenze. Un vero peccato. La speranza è di avere qualcuno presente a palazzo per la fine della stagione”.

AIX ARMANI – UNAHOTELS

“Un quarto proibitivo per l’Unahotels. Milano arriva da un mese di Gennaio positivo, nonostante le sconfitte con Trieste e Villeurbanne.  Come organico e profondità l’Armani è assolutamente favorita. Per Reggio sarà fondamentale il recupero di Elegar, per poter rafforzare il reparto lunghi. Sutton? Problemi interni che devono essere risolti, ma non mi pare ci sia una buonissima aria”.

SEGAFREDO – UMANA

“Uno dei quarti più appassionanti. La Virtus potrebbe avere quell’energia in più data dalla voglia di riscatto dopo la sconfitta della passata edizione. Ci saranno assenze importanti come Belinelli e Pajola, che non credo verranno rischiati. Le Vu nere stanno giocando una grande pallacanestro, fisica ed intensa. Per la Reyer la prestazione fornita domenica con Cantù non sarà sufficiente per battere la Virtus. Dovranno giocare come sanno, senza distrazioni. C’è tutto il potenziale per una grandissima sfida”.

HAPPY CASA – ALLIANZ

“Brindisi per quanto ha fatto vedere fino ad ora e per come sta giocando è la favorita. Ci sarà il dubbio sulla presenza di Harrison che potrebbe condizionarli, ma hanno tante risorse interne fra i vari Gaspardo ed Udom. Trieste è una squadra di tiratori, che se la fai giocare ti può far male. Hanno tantissime soluzioni; Fernandez sta facendo un campionato fantastico, Alviti sta giocando bene. Upson è un giocatore molto produttivo. Peccato per l’infortunio a Grazulis, ma hanno preso un giocatore come Peric che conosce bene l’ambiente”.

BANCO DI SARDEGNA – CARPEGNA PROSCIUTTO

“Sassari è la squadra più produttiva e che segna di più in questo campionato. Con Happ ora hanno addirittura aumentato le potenzialità offensive. Il punto rimane la difesa, ogni tanto un po’ ballerina. Pesaro però sta facendo un campionato pazzesco, ed è la vera sorpresa fin qui”.

SULLA FORTITUDO BOLOGNA

“C’è un allenatore ed una società che sanno bene come intervenire. Hanno perso Happ, ma i giocatori ed il potenziale ci sono. Bisogna avere pazienza e le cose poi si aggiusteranno. Le prossime sfide saranno fondamentali, già domenica a Varese sarà importante non perdere per non andare sotto 2-0 negli scontri diretti che potrebbe diventare pericoloso”.

LA SFIDA DI DOMENICA VARESE – FORTITUDO

“Uno scontro importante per entrambe le squadre. Per chi è stato costretto a star fermo a causa del Covid non è che si torna in campo e sei a posto. Hai l’idoneità per giocare, ma la condizione scarseggia. Sarà una partita drammatica. La Fortitudo ha il potenziale per risalire e far bene, ma un 2-0 in caso di sconfitta potrebbe pesare, mentre potrebbe essere una grande iniezione di fiducia per Varese nella corsa salvezza”.

LA “MAGIA” DI TEODOSIC

“Secondo me non c’è stata nessuna mancanza di rispetto verso l’avversario. E’ stata una giocata fantascientifica, ed è venuto fuori il genio nel risolvere una situazione. Milos ha cercato il passaggio, ha visto che era tutto chiuso, ed ha avuto la prontezza di ripassarsela sull’altra mano e di andare a tirare. Nessun gesto quindi per schernire Candi. Certo, fosse successo nella pallacanestro di trent’anni fa non so cosa sarebbe successo”.

 

Commenta