Matteo Tambone: Sento tanto la partita con Varese, anche per il fatto che torno a Masnago

Matteo Tambone: Sento tanto la partita con Varese, anche per il fatto che torno a Masnago

Matteo Tambone, play di Carpegna Prosciutto Pesaro: L’anno scorso ho giocato parecchio, ma in estate mi avevano proposto un minutaggio che non mi andava bene e Pesaro è stata la soluzione migliore

Matteo Tambone, play di Carpegna Prosciutto Pesaro, sull’ultimo ko in LBA: «Non giocavamo da due settimane, abbiamo lavorato intensamente ed eravamo un po’ stanchi di gambe, era palese. Non so se dipendesse dal carico o se è stato casuale, può capitare di perdere a Cremona ma l’importante è che non capiti anche la prossima. Non credo sia dipeso dal fatto che non ci fosse coach Repesa, siamo professionisti e non deve essere così».

SU VARESE

«L’anno scorso ho giocato parecchio, ma in estate mi avevano proposto un minutaggio che non mi andava bene e Pesaro è stata la soluzione migliore. Con Varese ho giocato i miei primi tre anni in Serie A, con loro sono cresciuto tecnicamente e umanamente e posso solo ringraziarli. Sento tanto questa partita, anche per il fatto che torno a Masnago. La Openjobmetis era partita male, si è ripresa, ha fatto innesti importanti, se le sta giocando con tutti e non va sottovalutata».

L’intervista è pubblicata dal Corriere Adriatico.

Commenta