Marzoli: Sconfesso il luogo comune del prototipo del giocatore italiano pigro

Marzoli: Sconfesso il luogo comune del prototipo del giocatore italiano pigro

Il presidente Giba: Dopo l'Olimpiade ci sarà un periodo di relativa calma nell’attività agonistica internazionale. Perché non sfruttare l’occasione e dare per almeno un triennio una chance a tutti quei giocatori giovani che aspettano, e sperano, di salire dalla A2 in serie A?

Alessandro Marzoli, presidente della GIBA, ha parlato a Werther Pedrazzi su Backdoorpodcast.

Queste alcune sue interessanti dichiarazioni.

“In primo luogo: sconfessare il luogo comune del prototipo del giocatore italiano pigro. Poi sviluppare un pensiero più articolato. Vediamo. Dopo il Pre-olimpico e l’Olimpiade ci sarà un periodo di relativa calma nell’attività agonistica internazionale. Perché non sfruttare l’occasione e dare per almeno un triennio una chance a tutti quei giocatori giovani che aspettano, e sperano, di salire dalla A2 in serie A? Provarli prima, metterli in campo prima, senza aspettare che arrivino a 22/23 anni.”

Dopo le Olimpiadi il programma delle nazionali prevede: Eurobasket 2022, FIBA Basketball World Cup 2023, Preolimpico e Olimpiadi 2024 e Eurobasket 2025.

Fonte: Backdoorpodcast.

Commenta