Marco Belinelli: Quando Obama mi disse che mancavo ai suoi Bulls, difficile da immaginare

Marco Belinelli: Quando Obama mi disse che mancavo ai suoi Bulls, difficile da immaginare

Marco Belinelli, ospite con Cecilia Zandalasini del Festival dello Sport. Qui le sue parole riportate dalla Gazzetta dello Sport

Marco Belinelli, ospite con Cecilia Zandalasini del Festival dello Sport. Qui le sue parole riportate dalla Gazzetta dello Sport.

«Il mio anello è stato: sacrifici. In quella occasione è bastata una domanda per farmi scoppiare in lacrime anche se io sono abbastanza freddo. Ma quando mi hanno fatto quella domanda mi sono rivisto tutto. Ero contento emozionato per me e per la mia famiglia. San Antonio era una squadra fortissima quando sono arrivato. Avevo paura. Si ripartiva dalle Finals dell’anno prima dove gli Spurs avevano perso l’occasione di vincere. Il momento più bello è stato il festeggiamento. Con tutti irituali classici: il discorso di coach Popovich, lo champagne e l’immagine di noi che fumiamo il sigaro. Un momento di festa autentica. Con le famiglie. Non mi sarei mai aspettato di entrare alla Casa Bianca (come accadeva all’epoca per il rituale ricevimento del presidente Usa, ndr). Ma sentire lui che dice “Belinelli manca tanto ai miei Chicago Bulls” è qualcosa davvero difficile da immaginare!».

QUI IL VIDEO

 

Commenta