L’Urania Milano soffre ma ha la meglio su Biella 78-72

L’Urania Milano soffre ma ha la meglio su Biella 78-72

Milano porta a casa il successo in una gara decisa nel secondo tempo

Sofferto successo casalingo per l’Urania Milano, che supera Biella ottenendo la vittoria numero 10 in campionato. La squadra di Villa gioca un primo tempo sotto le aspettative (25-26 all’intervallo), nel terzo quarto cambia faccia e guadagna un minimo vantaggio che riesce a confermare sino alla sirena finale. Doppie-doppie per Raivio e Langston nella serata dell’Allianz Cloud (33 punti e 27 rimbalzi in coppia).

Inizio di gara targato Lagana’, Langston è sfortunato e l’Urania si sblocca solo dopo tre minuti di gioco, con il piazzato di Raivio. Benevelli realizza dall’arco, gli ospiti fanno fatica in attacco e Bossi segna il 7-3 con cui si entra nella seconda metà del quarto. Carroll dall’angolo chiude il parziale subito, Montano allunga sul nuovo +4 e la squadra di casa resta avanti, con la schiacciata in contropiede di Langston. L’ex Treviso pareggia momentaneamente con la seconda tripla, è 18-14 però dopo dieci minuti in favore di Milano.
Grazie ai rimbalzi offensivi (già 8) la squadra di Villa potrebbe aumentare il vantaggio ma quattro palle perse in fila permettono agli avversari di accorciare, con inevitabile timeout della panchina milanese, sul 19-18 del 13′. La situazione non migliora al rientro sul parquet con altre 2 perse, la Edilnol non è da meno ed il punteggio del quarto è 1-6 dopo cinque minuti giocati. Montano muove finalmente lo score, Piunti stoppa ma è nuovamente parità, con i liberi di Biella e Raivio che risponde ad Hawkins. Dopo un quarto ricco di errori è 25-26 il punteggio a metà gara.

Hawkins e Montano si scambiano triple in avvio di secondo tempo, Bossi non sbaglia in penetrazione e si ripete subito dopo per il 34-32, con un terzo quarto a velocità completamente diversa rispetto alla prima parte di gara. Langston torna a segnare, D’Almeida schiaccia comodamente e Lagana’ non completa la giocata da tre punti, con Miaschi che porta i suoi avanti 43-41, nonostante la doppia cifra raggiunta da Montano. La sfida resta in costante equilibrio, Carroll e Langston guidano in attacco e Raspino punisce da sotto, 52-49 ad un quarto dal termine.
Biella non molla a resta incollata ad un possesso di distanza, i primi punti di Piunti sono preziosi ma gli ospiti rispondono colpo su colpo, 60-56 a tabellone con sei minuti da giocare. Lagana’ pareggia in transizione, Raspino manca il 2+1 e l’Urania non si scompone, trovando il +6 con un altro canestro dell’ex Montegranaro. Raivio conferma il vantaggio, Carroll prova a tener viva la gara sino alla fine ma il finale dall’Allianz Cloud è un, sofferto, successo per l’Urania: 78-72 lo score per Milano.

Milano: Raivio 20, Langston 13, Montano 16, Bossi 8, Raspino 8, Benevelli 8, Piunti 5
Biella: Carroll 25, Lagana’ 16, Hawkins 12, Miaschi 6, D’Almeida 6, Barbante 5, Pollone 2

Commenta