Luca Baraldi: Se la quota del 25% resta fissa non ha senso iniziare il campionato

Luca Baraldi: Se la quota del 25% resta fissa non ha senso iniziare il campionato

Luca Baraldi non ci sta: Dal punto di vista economico varrebbe la pena non aprirlo neppure l'impianto e giocare a porte chiuse

Luca Baraldi non ci sta. L’amministratore delegato della Virtus Bologna alza la voce su il Resto del Carlino per il tetto del 25% nei palasport: «Noi saremo molto chiari: se la quota del 25% resta fissa non ha senso iniziare il campionato».

Il riferimento è all’Assemblea LBA di lunedì: «Veniamo dell’esperienza della finale playoff dove né l’impianto di Milano né quello di Bologna si sono trasformati in un focolaio, nonostante la presenza dei tifosi e questo grazie alle precauzioni. Ora, siccome la situazione dovrebbe migliorare vista la campagna vaccinale, non si capisce perché gli impianti debbano subire una riduzione così drastica».

Una questione di costi e ricavi: «La passata stagione è andata come è andata e farne un’altra con la limitazione del 25% significa una sola cosa: chiudere. Noi da novembre giocheremo alla Segafredo Arena, e i costi sono circa gli stessi, sia che entrino 10mila sia che ne entrino 2500. Dal punto di vista economico varrebbe la pena non aprirlo neppure l’impianto e giocare a porte chiuse».

Commenta