Lorenzo Ambrosin saluta la Fortitudo Agrigento

Lorenzo Ambrosin saluta la Fortitudo Agrigento

Dopo tre stagioni si separano le strade della squadra siciliana e del giocatore.

La Fortitudo Agrigento comunica che Lorenzo Ambrosin non è più un giocatore biancazzurro. Dopo tre stagioni, da vero protagonista, “Lollo” e la Fortitudo Agrigento si separano.

Il primo canestro in A2 con la maglia biancazzurra, i play off e la qualificazione in Coppa Italia. Non solo, i record personali e l’apporto fondamentale alla causa Fortitudo Agrigento. Migliore Under 21 in A2, riconoscimento ottenuto la scorsa stagione, ma anche il premio vincitore del premio “Sikelè”. Sono stati tre lunghi anni, resi speciali dalla tua maniacale abnegazione al lavoro. Buona Fortuna Lorenzo Ambrosin. Agrigento sarà sempre casa tua.

 

Il saluto di Lorenzo Ambrosin

Cara Fortitudo…

Sono trascorsi già 3 anni da quando ho calcato per la prima volta  il parquet del Palamoncada e ricordo ancora quella forte emozione come se fosse ieri.  Ricordo le parole di Salvo Trifirò alla mia prima intervista: “Chi viene in Sicilia piange due volte; quando arriva e, per ragioni opposte, quando se ne va innamorato di questa  terra”. Mai parole furono più vere.

Ti  ringrazio Fortitudo per avermi accolto, ragazzo di 19 anni  proveniente dalla serie C della provincia veneta, e di avermi trasformato in un uomo.

Grazie a te presidente Salvatore Moncada e a tutta la tua famiglia. Senza di voi tutto ciò non sarebbe stato possibile.

Grazie ai coach Franco e Devis. Mi hanno insegnato tanto di questo mestiere e sostenuto nei momenti di difficoltà.

Grazie a Gabriella, Federica e Laura con quel sorriso radioso sempre pronte ad aiutarmi. Siete ragazze uniche oltre che superamiche!

Grazie a Salvo, il nostro mitico chef della foresteria, che abbiamo fatto dannare tanto ma che mi ha sempre dimostrato una sincera amicizia.

Grazie al mitico Guglielmo e alle sue capacità di sistemare qualsiasi problema.

Grazie a Totò e Damiano che si sono occupati di noi con grande attenzione trattandoci sempre con i “guanti bianchi”.

Grazie a Michele e Peppone, persone davvero speciali che mi hanno sempre aiutato e consigliato.

Grazie a tutti i compagni di squadra per avermi dimostrato solidarietà e rispetto e per aver condiviso il sogno di fare qualcosa di grande. Peccato che la stagione 2019/ 2020 sia finita così……

Grazie a tutti voi tifosi per il vostro affetto e incoraggiamento continuo e per avermi stimolato a diventare un giocatore migliore.

Last but not least …

Grazie a te Cristian per avere creato questo ambiente unico e per aver fatto diventare la Fortitudo quello che è!  Hai creduto in me. Mi hai portato ad Agrigento e mi hai sempre sostenuto con quel grande cuore che hai. Per questo ti sarò sempre riconoscente.

In questi anni ho cercato di fare del mio meglio per rendere onore alla maglia di questa grande città. L’impegno che ci ho dedicato è stato massimo e non poteva essere di meno  verso un club ed una comunità che mi ha accolto con tanto calore e  mi ha fatto sentire a casa.

Nel momento del distacco provo un grande dispiacere ma questo non deve essere un addio. Piango per la seconda volta ma con la consapevolezza di lasciare tanti amici veri e chissà che le nostre strade non si incrocino ancora. Io lo spero!

Con affetto il vostro Lollo

Commenta