L’Olimpia a Trento per gara 3, l’obiettivo è chiudere la serie in trasferta

Credit: Ciamillo & Castoria
Credit: Ciamillo & Castoria

Gara 3 in programma domenica 16 maggio alle 20.45

L’Olimpia ha vinto le prime due partite di questo quarto di finale con venti punti di scarto medio, ma il dato conterà pochissimo alla palla a due di domenica 16 maggio (diretta su Eurosport 2 ed Eurosport Player, alle 20.45). In Gara 3, Trento userà tutte le sue risorse per prolungare la serie, che è programmata al meglio delle cinque partite. Milano naturalmente sarà ancora senza Shavon Shields (16 punti in Gara 1), infortunatosi nel corso della prima partita. Nelle prime due gare, l’Olimpia ha avuto il 48.9% da tre, meglio che in stagione regolare, con il 6/11 di Sergio Rodriguez (anche 5.5 assist di media), ha fatto 31/33 dalla linea (Kevin Punter 7/7), Kyle Hines ha 8/8 dal campo e Ricky Moraschini sta producendo 12.0 punti a partita, terzo di squadra tra chi ha giocato ambedue le gare. Inoltre, Paul Biligha è attualmente il miglior rimbalzista offensivo dei playoff con 4.0 di media. Il playmaker Gary Browne è stato finora il miglior realizzatore di Trento con 14.5 punti di media, il centro JaCorey Williams ne ha aggiunti 13.5 con 7.0 rimbalzi, ma l’uomo più pericoloso offensivamente è stato finora l’esterno Jeremy Morgan, 13.5 punti per gara con 7/12 da tre (58.3%).

GLI ARBITRI – Saverio Lanzarini, Mark Bartoli, Christian Borgo.

GARA 1 – L’Olimpia si sblocca nella seconda metà del primo quarto, che chiude avanti di sei, poi allunga nel secondo e accumula 15 punti di margine, che tende ad ampliare nella seconda metà della partita e finisce per vincere 88-62. Kyle Hines guida la squadra nelle due metà campo, fa 6/6 dal campo, cattura otto rimbalzi e domina dentro l’area, anche se nel finale l’Olimpia perde Shavon Shields per infortunio.

GARA 2 – L’Olimpia spacca la partita nel secondo quarto, quando piazza un parziale di 26-14 e trasforma un vantaggio di due punti in uno di 14. Poi tocca i 20 alla fine del terzo e raggiunge i 26 nel quarto periodo. Trento però non molla e tenta se non la rimonta almeno di ridurre lo scarto approfittando anche dei problemi di Milano a gestire la rotazione in regia dopo il quarto e quinto fallo fischiati a Malcolm Delaney con 16 minuti da giocare. L’Olimpia però segna 93 punti, mette 10 triple e fa 19/20 dalla lunetta. Zach LeDay con 19 punti guida la squadra, Riccardo Moraschini ne aggiunge 15 con quattro palle rubate.

NOTE – I 17 punti di Riccardo Moraschini in Gara 2 sono record stagionale e seconda prestazione realizzativa personale in maglia Olimpia dopo i 17 segnati contro Varese nella stagione 2019/20. Le quattro palle rubate sono record carriera. Curiosità: dopo due gara, Paul Biligha vanta 8 rimbalzi in attacco e uno in difesa; quasi il contrario di Zach LeDay, nessuno in attacco ma 10 in difesa.

Fonte: Olimpia Milano.

Commenta