Lele Molin: Cercheremo di dire la nostra, nel rispetto di una squadra come il Promitheas

Lele Molin: Cercheremo di dire la nostra, nel rispetto di una squadra come il Promitheas

Lele Molin commenta così il match di oggi con il Promithea

Lele Molin commenta così il match di oggi con il Promitheas:

“Il Promitheas è cambiato molto da quando l’abbiamo affrontato ad inizio stagione, ma rimane una squadra che fa del giocare assieme la propria forza, che mette in campo una pallacanestro offensiva molto corale e di ritmo. Al posto di Young hanno inserito Thomasson che ha caratteristiche diverse ma è un giocatore di alto livello, così come Hogue che a Trento conosciamo tutti molto bene. Ma il nucleo di giocatori greci non è da sottovalutae, hanno fisicità ed esperienza e anche all’andata ci hanno fatto male: noi andremo in campo per provare a metterli in difficoltà, abbiamo già giocato a Patrasso e sappiamo che la tifoseria è caldissima e l’ambiente spingerà i nostri avversari. Inizia il girone di ritorno del girone di EuroCup, ogni partita si gioca con l’obiettivo di prendersi vittorie fondamentali per recuperare ed entrare nella corsa ai playoff. Ci approcciamo a questo match con la convinzione di essere cresciuti, con l’entusiasmo del successo di Brescia e con il roster al completo. Cercheremo di dire la nostra, nel rispetto di una squadra come il Promitheas che è solida e che ha chiuso sopra il 50% di vittorie il girone di andata. Della prestazione di Brescia dobbiamo ripetere la nostra difesa, molto attenta, fatta di comunicazione, di letture corrette, di intensità, di lavoro collettivo: questo ci ha permesso di sopportare il rientro di Brescia e di sopperire in alcuni momenti alle nostre pause offensive. C’è da migliorare su alcuni aspetti come le palle perse o i rimbalzi d’attacco concessi, ogni occasione è buona per mostrare passi in avanti”.

Commenta